L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

11/11/2006 22:45:06

Emicrania con aura

Buonasera... sono una ragazza di 16 anni. Soffro di emicrania con aura da circa quattro anni. Ho letto diverse domande e spesso coincidono con quello che accade a me. Nel mio caso però fortunatamente dura circa 3-4 ore con la frequenza di una volta ogni 3-4 mesi(d'estate più spesso). Sono in cura da un neurologo il quale dopo avermi fatto fare diversi accertamenti(risonanza magnetica, elettroencefalogramma e analisi del sangue specifiche) si è accertato che si tratta di emicrania con aura e che per fortuna è una forma benigna. La cosa che più mi infastidisce è il fatto che viene all'improvviso, senza poterla prevenire e che da subito non ho la totale autosufficenza. Le domande che volevo porle sono: si può guarire? E quali sono le cose che dovrei evitare di fare? E con l'alimentazione come devo comportarmi? Il mio neurologo è stato molto vago, dicendomi solo che non devo fumare e non devo usare la pillola anticoncezionale. Ringrazio anticipatamente; aspetto sua risposta.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del14/11/2006

E' difficile guarire completamente da una emicrania.
Non deve tuttavia preoccuparsi, poichè la frequenza degli attacchi nel Suo caso è piuttosto basso ed inoltre il dolore di questa forma di emicrania è generalmente meno intenso rispetto al dolore dell'emicrania senz'aura.
I fattori alimentari non incidono in modo determinante nell'emicrania con aura, mentre i fattori climatici, lo stress e raramente lo sforzo fisico intenso possono avere importanza. Il consiglio che Le posso dare è pertanto quello di evitare situazioni di stress psico-fisico e mantenere un regolare ciclo sonno-veglia.
Il biofeedback e le tecniche di rilassamento muscolare possono risultare utili in determinati soggetti.
Nel caso di attacco acuto è indicato un farmaco antiemicranico che Le consiglierà il Suo Neurologo, da assumere nel più breve tempo possibile.

Cordiali saluti.


Dott. Massimo Muciaccia
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra