L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

06/03/2005 19:34:45

Emicrania con fase aurea

Sono una signora di 35 anni ,da diversi anni occasionalmente ho disturbi visivi soprattutto in prossimità del ciclo mestruale,che durano una 20 di minuti ,zig-zag metà visione ecc..non seguito da un veromal di testa.Inizialmente avevo tanta paura quando mi succedeva questo ora riesco pressappoco a conviverci.La mia domanda è questa?cosa mi può comportare questo nel futuro?ci sono terapia per prevenire questi episodi anche se non ho mal di testa?HO fatto una accurata visita oculistica ed è tutto negativo.La paura di ciò mi ha portato un anno fà a fare una r.m.n cranio che risulta negativa.Certa di una vostra risposta porgo distinti saluti. gelsiros@libero.it

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del11/03/2005

La presenza di aure emicraniche senza Cefalea è un fatto noto e abbastanza comune, anche se non quanto la "classica" emicrania preceduta dai suddetti sintomi. Tale disturbo è nella grandissima maggioranza dei casi benigno e nel Suo caso in particolare la negatività della RM esclude ovviamente cause organiche del fenomeno. Tuttavia sarebbe necessario valutare ad esempio la frequenza delle crisi e la presenza di eventuali fattori di rischio vascolare (es. pressione, colesterolo, familiarità, fumo, assunzione di anticoncezionali orali), alcuni dei quali non sono riscontrabili se non dopo indagini approfondite (es. presenza di iperomocisteinemia, anomalie di alcuni fattori della coagulazione). Nel Suo caso è fondamentale l'astensione dal fumo, se ne fa uso, ed il controllo accurato dei fattori di cui sopra, specie se fa uso della pillola anticoncezionale. Quanto ad una terapia, è senz'altro possibile, ma dipende dalla frequenza delle Sue crisi (se sono "occasionali" come scrive, diciamo una al mese, o meno, ed in assenza di fattori di rischio vascolare, potrebbe non essere necessaria alcuna terapia). Si rivolga comunque ad un neurologo nella Sua zona. I Suoi disturbi non sono di origine oculistica.

Cordialmente

Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Neurofisiopatologia
Specialista in Neurologia
PIETRA LIGURE (SV)


Risposta del15/03/2005

Concordo con la risposta del collega dr.Trucco. Vorrei solo aggiungere che sarebbe opportuno ripetere la RMN encefalo con gadolinio (mezzo di contrasto). Poi non ho compreso il sintomo "zig-zag metà visione ecc." Cosa vuol dire? che non vede una parte del suo campo visivo ed è costretta a camminare zigzagando per evitare ostacoli? Se non lo ha fatto o è passato molto tempo, faccia anche un esame campimetrico (del campo visivo) Ci tenga informati. Cordoialità

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra