L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

20/10/2004 16:50:08

Emicrania

In seguito al cytotoxic test ho eliminato dalla mia dieta caffè(di cui consumavo circa 4-5 tazze al giorno), the e cioccolato. Contemporaneamente ho avuto per la prima volta un attacco di emicrania durato quattro giorni e la frequenza dei miei mal di testa(lato destro con dolore all'occhio, denti superiori e metà nuca) è aumentata fino ad essere pesente quasi ogni giorno. Cerco di bloccare le crisi assumendo compresse a base di rizatriptan. Tutto ciò sta accadendo da tre settimane, precedentemente avevo il mal di testa in media 3-4 volte al mese( ne soffro da circa cinque anni). Si tratta di una coincidenza o l'assenza di caffeina potrebbe aver peggiorato le mie emicranie? Ringranzio per l'attenzione.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del25/10/2004

La sospensione brusca del caffè può aver incrementato la frequenza delle sue crisi di Cefalea . Le consiglio comunque di rivolgersi ad un centro specializzato per avere una precisa diagnosi della sua forma di Cefalea (sembra una forma di emicrania, da quanto lei dice) ed anche dei consigli semplici relativi alla gestione quotidiana della sua condizione patologica.

Prof. Milena De Marinis
Universitario
ROMA (RM)



Risposta del29/10/2004

Cara signora,
è probabile che l'astinenza dalla caffeina abbia peggiorato la sua emicrania nel periodo immediatamente successivo alla sospensione. Ma la presenza di attacchi con ricorrenza quotidiana per tre settimane non credo si possa giustificare con la medesima causa; l'assunzione troppo frequente di rizatriptan per altro è un fattore che può contribuire alla cronicizzazione della Cefalea . Le consiglio pertanto di rivolgersi ad uno specialista neurologo o meglio ancora ad un centro specializzato per la cura delle cefalee per affrontare nel modo più adeguato la sua Cefalea evitando i rischi di cronicizzazione.

Dott. Filippo Brighina
Pubblica amministrazione
Ricercatore
Universitario
PALERMO (PA)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra