25/02/13  - Emocromatosi - Fegato

Emocromatosi




Domanda del 25 febbraio 2013

Domanda


61 anni, nel 2006 ho violentemente scoperto di essere affetto da Emocromatosi Congenita. Da allora sono in salassoterapia, al momento non molto frequente, per diminuire il tasso di Ferritina nell'organismo. Essendo molto magro (da sempre) corro il rischio di non poter più effettuare i salassi. Esistono cure alternativamente valide? Ringrazio per l'attenzione.

Bruno - Roma
Risposta del 26 febbraio 2013

Risposta


Esistono dei farmaci che riducono l'assorbimento del ferro, che vanno assunti sotto stretta sorvegliabza dei Centri specializzati nel trattamento dell'emocromatosi. Tuttavia, non credo che la magrezza possa essere una controindicazione ai salassi.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Fegato



Potrebbe interessarti