L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

24/08/2008 13:20:38

Emorragia sottocongiuntivale

Da mesi oramai soffro di frequenti emorragie stc all'occhio sinistro, sempre nella stessa zona (metà interna). Il disturbo avviene 99% di notte, e l'emorragia è già molto visibile al risveglio (poi peggiora nell'arco della giornata).
La frequenza è oramai quasi settimanale (tre giorni di emorragia tre giorni di riassorbimento, poi di nuovo).
Ho eseguito: 3 visite oculistiche (negative), esami PT PTT fibrinogeno (negativi), ecodopller aortici (ovviamente negativi), visita otorino (respiro male per probabile sinusite cronica, ma dubito che qualche apnea nottura induca emorragia oculare), nuova visita oculistica con diagnosi di lieve congiuntivite e prescrizione di collirio Theanorf (nessun risultato). Non sono diabetico, da maggio scorso ho già preso due scatole di Tegens, ovviamente con effetti nulli (forse ho eliminato qualche radicale libero).
Non ho fatto olter notturno, ma la mia pressione misurata 100 mila volte è sempre perfetta (80-120).

A questo punto sono nel mistero più assoluto.
Quale patologia sistemica può produrre questo risultato?
Funzioni epatiche? Funzioni intestinali? Può una lieve sinusite cronica (soffrivo di riniti allergici e oggi ho turbinati un po' ipertrofici) influire sulla camera orbitale?
Può esserci stasi notturna e piccoli trombi ai capillari?
In tal caso, perchè il mirtillo o il Maxiven che sto prendendo non hanno alcun effetto?

A questo punto sono molto preoccupato.
Potete almeno darmi un indirizzo diagnostico (dove andare a cercare?).

Grazie infinite

Francesco Mini
Roma
miniff@libero.it

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del27/08/2008

Carissimo.
l'emorragia sottocongiuntivale o IPOSFAGMA,l’emorragia sottocongiuntivale si presenta come una chiazza di colorito rosso vivo che interessa la congiuntiva bulbare e si estende sino al limbus, non associata ad altri segni di flogosi. L’anamnesi è spesso positiva per un’infiammazione delle vie respiratorie superiori, poiché i colpi di Tosse o gli starnuti possono, aumentando temporaneamente la pressione venosa, determinare la rottura della parete di un capillare. Più raramente è secondaria a Ipertensione arteriosa, discrasie ematiche o a traumi e, occasionalmente, può accompagnarsi a congiuntiviti virali. Non è richiesto alcun tipo di trattamento poiché la lesione si risolve spontaneamente a meno che non esiosta appunto una cronicizzazione di tali congiuntiviti(causa spesso misconosciuta!!!!).


Un caro saluto.
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it
http://www.beepworld.it/members/drsiravoduilio/
http://siravoduilio.it.gg


Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra