L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

02/12/2006 15:44:00

Emorroidi e viscero ptosi ...

Gentilissimi medici, ho quasi 21 anni e da tanti anni soffro di emorroidi. Da circa un anno però la situazione è peggiorata. Quest' estate è stata terribile: avevo dei dolori fortissimi ogni volta che defecavo e perdevo molto sangue. Dopodichè la mia giornata finiva li, perchè passavo tutto il tempo sul letto a pancia in giù aspettando che il dolore passasse (Non potevo stare assolutamente in piedi, seduta o in movimento). Ho preso circa 6 scatole di daflon 500, 3 scatole di venoruton 1000 e ho fatto 20 igniezioni di prisma e nel frattempo mettevo internamente Antrolin crema.Poi finalmente,verso la fine di Agosto, il dolore e il sanguinamento, sono scomparsi e da allora sono stata bene. Purtroppo però, da una settimana e mezzo, ho ricominciato ad avere questi forti dolori dopo e durante la defecazione e abbondanti perdite di sangue. Ho ricominciato a prendere il Daflon 500 (oggi ho cominciato la terza scatola), ma invece di passare o almeno di rimanere uguale, il dolore aumenta giorno dopo giorno. ( quando il dolore è troppo forte, prendo il toradol gocce, che un pò mi aiuta, anche se ci giro a largo finchè mi è possibile).IL mio medico quest'estate mi disse che se non risolvevamo con i farmaci, sarebbe stato il caso di cominciare a pensare all'operazione, ma sinceramente sono terrorizzata. Ho letto di tantissima gente che ha sofferto molto e per molto tempo dopo l'operazione e ad alcuni sono perfino tornate.
Vi premetto che non sono stitica, vado in bagno regolare e mangio verdura tutti i giorni. Dopo esser andata in bagno, sento come se avessi un "cordone" tra l'ano e la vagina e mi fa molto male. Potreste darmi un consiglio?
Ps. Non essendo un medico, non so se quanto sto per scrivere, possa entrarci qualcosa, ma nel maggio del 2005 ho fatto un RX Digerente completo e l'ultimo punto della risposta, dice: SI RILEVA UNA POSIZIONE BASSA DEL CIECO E DEL COLON DX E DELLE ANSE DEL TENUE CHE APPAIONO POSIZIONATE NELLO SCAVO PELVICO, PER VISCERO PTOSI.
E' possibile che questo "calo" dell'intestino, possa spingere sulle emorroidi? (sono interne)
Spero possiate darmi presto un vostro parere. Cordiali saluti!

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/12/2006

In realtà il dato radiologico di "visceroptosi" si riferisce ad un particolare habitus anatomico (longilineo) in cui i visceri addominali, complice anche una particolare "lassità" dei mesi (parti antomiche che "fissano" l'intestino all'addome), tendono ad adagiarsi nella parte più declive dell' addome stesso: non si tratta di una situazione francamente patologica, ma è compatibile e spesso concomitante con prolasso del retto e "sindrome da congestione pelvica". La sua patologia emorroidaria va inquadrata nell'ambito di questa situazione e merita sicuramente una valutazione chirurgica specialistica: un accurato esame clinico servirà per indirizzare, se necessario, ad indagini specifiche (endoscopiche, defecografia, ecc.). Solo in seguito sarà possibile stabilire il trattamento più opportuno.

Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra