L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

26/10/2007 12:31:58

Emorroidi

Soffro di Emorroidi da quando ero ragazzo. Negli utlimi due anni ho avuto episodi di sanguinamento. In due visite con due moedici diversi mi hanno diagnosticati prima Emorroidi di 3° grado e poi di 2° Grado. Da rettoscopie e colonoscopie hanno escluso altro.
Mi hanno proposto un intevento con il metodo Thd, anestesia spinale.
Temo l'anestesia (un mio conoscente e rimasto allo stato vegetativo).
Se decido di fare l'intervento, rischio altri tipi
di complicazioni, oltre al progresso della malattia.
Ci sono terapie o accorgimenti per limitare il progresso della malattia. Ho 39 anni.
Ringrazio anticipatamente per l'attenzione.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del29/10/2007

La terapia chirurgica delle Emorroidi richiede un' anestesia, in genere spinale o generale, piu' raramente locale. L' anestesia moderna e' una tecnica sicura, tuttavia occasionalemtne possono verificarsi complicanze. Esistono terapie delle Emorroidi che non richiedono anestesia come ad esempio la legatura elastica che in molte situazioni e' efficace. Le complicanze, sempre teoricamente possibili.,sono rare.
La dieta, la regolarizzazione dell' alvo e l' uso di prodotti localmente possono ridurre la sintomatologia ma non curare la malattia. Auguri!

Dott. Andrea Favara
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia apparato digerente
Specialista in Chirurgia generale
CANTU' (CO)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra