L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

09/03/2005 09:41:42

Epatite

L'epatite B si trasmette attraverso un bacio? E in famiglia che cosa si deve evitare di fare?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del12/03/2005

L' Epatite B si trasmette per via parenterale vale a dire attraverso il sangue.
La trasmissione avviene in seguito ad inoculazione accidentale di piccole quantità di sangue infetto, durante gli atti chirurgici e odontoiatrici e attraverso l'uso di aghi contaminati (iniezioni,agopuntura, tatuaggi).
Esiste un'altra modalità di trassmissione che si realizza attraverso microlesioni della cute e delle mucose provocate da rasoi, spazzolini da denti, forbici da unghie ecc. Questi oggetti devono essere strettamente personali!
Importanti sono anche il contagio per via sessuale(proteggere i rapporti attraverso l'uso del profilattico) e la trasmissione dalla madre al feto.
I conviventi e i partners sessuali dei malati in fase cronica e dei portatori andrebbero sottoposti alla ricerca sierologica dei markers di avvenuta infezione; in caso di negatività essi devono essere vaccinati.


Dott.ssa Rosalisa De Sario
Universitario
BARI (BA)


Risposta del14/03/2005

Gentile Navigatore di doctor33,

Innanzi tutto, la prma cosa da fare è stare sereni, perchè non vi è dimostrazione di trasmissibilità attraverso

un bacio dell' Epatite B, a meno chè sia lei sia l'altro non abbiate delle lesioni della bocca gementi sangue

Epatite A che viene trasmessa per via oro-fecale.

L' Epatite B si può invece trasmettere o attraverso il sangue (trasfusioni, ferite aperte,etc) oppure attraverso

l'attività sessuale.

Per quanto la riguarda le consiglierei di fare eseguire il Test del sangue ai suoi familiari e se negativi

fare ad essi tutto il ciclo completo di vaccinazioni contro l' Epatite B con controllo successivo dell'avvenuta

siero-conversione che li rende immuni dal prendersi la malattia.

Dott. Giuseppe Bellavia
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra