L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

02/10/2006 11:01:54

Epicondilite

A dicembre del 2004 mentre giocavo tennis ho accusato dei dolori al gomito, che nel continuare la partita avvertivo sempre di più, quindi smisi di giocare. Decisi di restare per un pò di tempo a riposo e dopo circa tre mesi vedendo che il dolore persisteva, mi rivolsi ad un ortopedico che mi prtescrisse un ciclo di dieci laser, dieci ultrasuoni e dieci ionoforesi. Sebbene sottopostomi a tale terapia, non ebbi alcun risultato, finchè nel mese di luglio del 2005 rivolgendomi ad un altro ortopedico, questi mi consigliò di fare delle infiltrazioni di cortisone, anche se la cosa non mi allettava in quanto mi avevano dette che detta terapia era dolorosa, decisi di sottopormi. L'ortopedico mi sottopose a tre dolorosissime iniezioni, però dovetti risconoscere che dopo qualche giorno dalla terza infiltrazione, muovevo il braccio semza problemi, per cui credetti di essere finalmente guarito. Rimasi senza giocare fino a Settembre, però quando ripresi giocai un paio di volte solamente sempre per paura che il dolore si rimanifestasse, invence passarono ottobre novembre e buona parte di dicembre, finchè un giorno giocando con una bambina piccola, ( la facevo roteare con il mio braccio infortunato), improvvisamente avvertii un dolore al gomito, per cui smisi di giocare e restai tranquillo senza sforzare il braccio per qualche mese. Ma quando a giugno di questo anno, resomi conto che il dolore persisteva, ho contattato un altro ortopedico che mi ha consigliato, prima le infiltrazioni e poichè gli dissi che mi ero già sottoposto a quella terapia, mi ha consigliato le onde d'urto ed eventualmente l'intervento chirurgico. Quindi, non soddisfatto della diagnosi, mi sono rivolto ad un fisiatra che mi ha prescritto, dopo aver visionato la rsm ( che ha riscontrato anche problemi alla cervicale), la radiografia e l'ecografia ( che evidenziava anche delle micro calcificazioni), un ciclo di massoterapia e ginnastica per la postura cervicale ed un ciclo di dieci sedute di ipertermia. Ma sebbene sottopostomi a questa terapia, l'unico risultato ottenuto è stato il miglioramento della cervicale, mentre il gomito ancora oggi mi fa male. Tornato a Settmbre dal fisiatra, questi mi ha consigliato di non fare più niente se non stretching.
Ora la mia domanda è questa, è possibile o no venire fuori da questo problema? Mentre prima per me era solo il pensiero di tornare a giocare a tennis, ora è un problema più importante perchè ho difficoltà in certi momenti a tenere in mano persino una bottiglia.
ringrazio anticipatamente
cordiali saluti
G.S.




Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/10/2006

L'epicondilite a volte può non rispondere a molte delle terapie possibili.
Le onde d'urto extracorporee ad alta energia sembrano oggi dare ottimi risultati anche in quei casi cosidetti "recidivanti".
Attenzione però al tipo di terapia:solo le onde d'urto ad alta energia o focalizzate (in genere 3 applicazioni, a distanza di una o due settimane) sembrano dare risultati, mentre le radiali o a bassa energia (6 o più applicazioni) sembrano essere meno efficaci.
Purtroppo, qualora anche queste dovessereo fallire, rimane solo l'intervento, che però può anch'esso non essere risolutivo.
Cordiali saluti.

Dott. Matteo Libroia
Casa di cura convenzionata
Medico Ospedaliero
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Ortopedia e traumatologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra