L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

19/10/2006 20:12:21

Epididimite

Gentilissimi dottori,
vi sottopongo il mio caso per avere dei chiarimenti ai miei dubbi.

In data 7/10/2006 ho riscontrato massa dura di piccole dimensioni (5mm x 5mm) collocata all'esterno del testicolo nell’epididimo. Ho controllato in seguito la neoformazione che è cresciuta raddoppiando all’incirca il suo volume in 5 giorni. In data 13/10/2006 era orientativamente 21x30 mm, circa un terzo del testicolo o poco più. La consistenza è dura, la massa è leggermente dolorante alla pressione.

Ho effettuato il 13/10/2006 la visita urologica e al controllo il testicolo non è risultato interessato, mentre lo è la coda dell’epididimo. E’ stata controllata mediante esplorazione rettale anche la prostata che è risultata aumentata di volume e soffice. Si sospetta un processo infiammatorio.

I risultati dei markers tumorali sono: Beta-HGC: non dosabile; Alfa-Fetoproteina= 1,2 mUI/ml; LDH 270 U/l; Isoenzimi della fosfatasi: saranno pronti il 23/10/2006.

La diagnosi formulata il 13/10/2006 è una sospetta infiammazione della coda dell’epididimo, anche in considerazione della prostatite in corso. E’ stata prescritta una ecografia testicolare e una terapia costituita da: Mictasone 1 supposta/die + Ciproxin 500mg 2/die dopo colazione e cena.

Ho effettuato una ecotomografia scrotale in data 19/10/2006, ecco i risultati:
Entrambi i didimi presentano regolari dimensioni e morfologia, senza alterazioni dell’ecostruttura parenchimale e dei contorni. Normale l’ilo vascolare. La coda dell’epididimo di destra è nettamente aumentata di volume, con un’area nodulare ipoecogena a limiti sfumati di mm 18x27, che si continua con la porzione prossimale dell’ansa epididimo deferenziale. Al controllo color-doppler la zona descritta appare nettamente vascolarizzata. Il reperto pone sospetto di patologia infiammatoria verosimilmente specifica. Utile comunque il controllo a breve distanza di tempo. Normali il corpo e la testa dell’epididimo di destra e l’epididimo di sinistra. Non aspetti patologici a carico delle guaine.

Si può escludere quindi una formazione tumorale? O può escluderlo solo un esame istologico? E per quanto riguarda la “sospetta” patologia infiammatoria specifica, occorre che io sospenda l’attuale trattamento e faccia esami colturali appropriati? Come ad esempio urinocoltura, spemiocoltura e coltura del liquido prostatico? Esistono protocolli diagnostici e terapeutici ben definiti in casi come il mio?

Grazie della cortese attenzione e buon lavoro

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/10/2006

Si può tranquillamente escludere la presenza di un tumore in quanto le neoplasie testicolari sono solitamente a carico del didimo e non dell'epididimo ed inoltre il quadro clinico che lei descrive è tipico di un processo infiammatorio. Il consiglio è di proseguire la terapia che sta effettuando e vedrà che rapidamente la situazione si normalizzerà.

Dott. Fulvio Zanoni
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia pediatrica
Specialista in Urologia
SAN DONATO MILANESE (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra