02/04/13  - Ernia cervicale e lombare - Scheletro e Articolazioni

Ernia cervicale e lombare




Domanda del 02 aprile 2013

Domanda


Salve, sono un uomo di 47 anni. A causa di dolori lombari, due anni fa il 03/02/2011 ho fatto una risonanza magnetica lombosacrale senza contrasto, il cui esito é: Lordosi fisiologica conservata. Nella norma il segnale dei metameri vertebrali e dei dischi intersomatici. A livello L4 L5 si riscontra bulging discale circonferenziale con conseguente stenosi dei forami di coniugazione; inoltre si riscontra una voluminosa ernia discale mediana sottolegamentosa che esercita compressione sull'astuccio durale interessando anche le regioni preforaminali. Nella norma il segnale del cono midollare. Adesso oltre ad essere diventati dolori persistenti, mi sono comparsi anche dolori cervicali con delle forti fitte di dolore alla schiena, collo e testa, con rari formicolii che si estendono anche alle dita delle mani. Ho fatto la risonanza magnetica senza contrasto del rachide cervicale il 04/03/2013 con esito: Protusione discale mediana paramediana destra a C3-C4. Ernia discale mediana a C4-C5 e mediana ad ampio raggio a C5-C6. Ernia discale mediana paramediana destra a C7-D1. Regolare l'ampiezza del canale vertebrale. Non alterazioni del segnale a carico della corda midollare esaminata. Mi sono rivolto ad un neurochirurgo, il quale mi ha lasciato molto sconfortato. Questa dottoressa mi ha visitato, ha fatto prova dei riflessi, prova di forza di gambe e braccia e mi ha detto finché riesco a fare uso normale di gambe e braccia l'intervento chirugico non é necessario. Mi chiedo, ma mi devo ridurre ad essere tetraplegico per far si che sia necessario l'intervento? Per quanto riguarda i dolori il cortisone me lo ha sconsigliato per adesso; mi dato Rivotril 4 gocce alla sera per rilassare la contrazione cervicale. Io pero` continuo ad avere dolori, e mi stanno condizionando molto la vita. Vorrei gentilmente un vostro parere, e o consiglio. Vi ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto. Distinti saluti Giovanni.
Risposta del 03 aprile 2013

Risposta


Carissimo Giovanni
situazioni come la sua intermedia in cui il Neurochirurgo non opera o la fisioterapia può leggermente e temporaneamente alleviare la sintomatologia possono trovare giovamente con l'ossigenozoznoterapia.
E'diversi anni che la pratico e pazienti con caso come il suo sono rinati.
Dott. Massimiliano Maggioni
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Ortopedia e traumatologia
INTROBIO (LC)

Il profilo di MASSIMILIANO MAGGIONI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Sì allo yoga, ma con attenzione ai dolori vecchi e nuovi
Scheletro e articolazioni
06 settembre 2017
News
Sì allo yoga, ma con attenzione ai dolori vecchi e nuovi