L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

05/06/2005 17:58:31

Ernia del disco-recidiva?

Salve. La sofferenza del nervo sciatico era del tutto scomparsa dopo l'operazione di microdiscectomia per ernia discale (L5-S1), per poi ricomparire a 5 gg dall'intervento, sebbene in misura piu' lieve e associata ad alcune posizioni-movimenti. Il chirurgo ha parlato di recidiva, consigliando di aspettare nella speranza della scomparsa dei sintomi; in caso contrario propenderebbe per un secondo intervento. Potrebbe invece l'infiammazione del nervo essere dipesa da qualcosa d'altro? Che probabilita' ha una recidiva a meno di una settimana dall'intervento? Cosa ha potuto favorirla? In tal caso quali possibilita' ci sono? Come intervenire? Grazie.
Dani

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del08/06/2005

Egregio signor Dani,
una persistenza del dolore dopo un intervento di discectomia poò considerarsi , nell'arco di 1-2 settimane, accettabile se si considera che le manovre chirugiche necessariamente "traumatizzano" la radice interessata.
Se la sintomatologia persiste nonostante il riposo e la terapia medica,sarà opportuno eseguire un esame NMR perchè solo tale esame (o la TAC) possono accertare l'eventuale recidiva.
La recidiva, termine improprio per definire ancora la presenza di tessuto discale in uno spazio già operato, è una evenienza possibile anche se non frequente e non sempre dipende dall'esecuzione dell'intervento o dall'operatore.
Infatti dopo l'asportazione del tessuto discale erniato rimangono necessariamente dei residui, tecnicamente impossibili da togliere, che, di solito, soprattutto se piccoli, "cicatrizzano" e non daranno mai problemi. In altri casi invece fuoriescono andando a comprimere o a irritare nuovamente la radice nervosa.
In questo caso se non ci sono deficit neurologici e il dolore è controllato dalla terapia si può attendere 2-3 mesi per controllarne l'andamento clinico, altrimenti non c'è altra soluzione che reintervenire.
Cordiali saluti e auguri di pronta guarigione!

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra