L'esperto risponde

Domanda di: Scheletro e Articolazioni

18/11/2009 19:44:03

Ernia foraminale

Salve sono molto preoccupata per mio marito che a causa di una "piccola ernia discale foraminale destra L3-L4" non riesce più a camminare regolarmente. Ciò gli provoca dolore che parte dalla fascia lombare per poi passare alla parte anteriore della coscia e per finire al ginocchio e alla gamba.
Questa situazione va avanti da Gennaio 2009 abbiamo consultato sia un ortopedico che un neurochirugo. Entrambi hanno detto che per il momento non è da operare e quindi siamo andati avanti con antinfiammatori, antidolorifici ecc.In quest'ultima settimana sta facendo le punture di toradol da 30 mg al mattino e alla sera le fiale di Contramal e nonostante ciò cammina zoppicando ed è costretto a stare in casa.
La dignosi summenzionata è relativa alla risonanaza magnetica fatta a gennaio 2009 successivamente il 09/06/2009 ha fatto una TC lombare da cui risulta: "In corrispondenza dello spazio intersomatico compreso tra L3 e L4 si apprezza ernia intraforaminale che occupa la porzione superiore del forame di coniugazione di destra, in conflitto con la radice L3. Protusione dell'anello fibroso discale a -L5 ed L5-S1".
Siamo stati da un altro neurochirugo e ci ha proposto la "Chemiodiscolisi" .
Vorrei conoscere un suo parere sul caso di mio marito e se questa puntura potrà essere risolutiva.



Grazie per l'attenzione e cordiali saluti.


La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui



Altre risposte di Scheletro e Articolazioni


© RIPRODUZIONE RISERVATA