L'esperto risponde

Domanda di: Stomaco e intestino

30/03/2010 15:08:09

Ernia Iatalia Iperplasia Foveolare e Flogosi Cronica

Gentili Dottori
Soffro di fortissimi dolori dietro lo sterno alla bocca dello stomaco, difficoltà di digestione e fortissimi bruociori di stomaco.
Il dolore che provo mi porta ad avere fitte molto forti sin dietro le scapole. Questo da circa 3 anni
Ho eseguito la gastroscopia 3 volte vi scrivo l' esito dell' ultima.
Esofagogastroduodenoscopia In data 4 Marzo 2010, questo il referto:
---------------------------------------------------------------
Esame condotto fino al duodeno II porzione. Esofago regolare. Micropolipo Cardiale che viene rimosso con pinza. Ernia iatale da Scivolamento di piccole dimensioni. Stomaco e duodeno con aspetto regolare.
Esito esame istologico: Frammenti (tre) di mucosa cardiale con iperplasia foveolare ed iperplasia della muscolaris mucosa e moderata flogosi cronica del corion. Negativa la ricerca di H.P.
---------------------------------------------------------------
Il medico di base la scorsa sett mi ha variato la cura da lansoprazolo 30 mg a lucen 40 mg e prendo il Gaviscon dopo ogni paso e prima di andare a letto.
Inoltre negli ultimi 5/6 mesi ho un fastidio oculare (occhio secco) devo continuamente usare lacrime artificiali e non so se possa essere dovuto alle medicine che prendo. Che ne pensate ?
In merito a quest' ultima gastroscopia, potete spiegarmi in parole povere l' esito dell' esame istologico ?
Vi chiedo inoltre se potete aiutarmi a capire come posso risolvere la situazione oppure indirizzarmi ad un bravo gastroenterologo.
Sono disperato.
Grazie mille per l' aiuto.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del07/04/2010

Non vedo un rapporto tra la cura per il reflusso e il disturbo delle lacrime. Per quest'ultimo deve rivolgersi a un oculista.Nell'esame istologico compaiono delle parole difficili, ma di nessuna importanza pratica : non la deve spaventare la paroloa iperplasia, che non è importante; e nemmeno la flogosi cronica : nulla di pericoloso. Prosegua la sua terapia.


a href="/Alberto_Tittobello?esp=7921" Prof. Alberto Tittobello /a
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)



Altre risposte di Stomaco e intestino


© RIPRODUZIONE RISERVATA