L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

17/02/2006 13:12:55

Ernia inguinale recidiva

Già operato di ernia inguinale bilaterale ora ho una recidiva a dx da trattare nuovamente. Ho un pò di paura perchè mi hanno detto che devo trattarla con laparoscopia e anestesia generale ed io ho un prolasso mitralico con rigurgito. vorrei sapere se è indispensabile questo intervento o posso aspettare per farmi operare in anestesia locale come il primo intervento. grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del20/02/2006

Le alternative esistono e dipendono essenzialmente dalla estensione della recidiva, dalla tecnica del primo intervento (rete?) e dalle preferenze ed esperienza del Chirurgo che deve operarLa. Non necessariamente deve essere sottoposto a intervento laparoscopico, dal momento che per le ernie recidive esistono validissime tecniche con approccio anteriore o properitoneale eseguibili anche in anestesia spinale, o addirittura, in casi selezionati, locale.

Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra