L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Sessualità

29/05/2006 20:25:08

Esame spermiografico - azoospermia

Gent.le dottore, è da circa tre mesi che vivo un iter a dir poco burrascoso, legato ad un primo esame spermiografico che ha dato come esito: azoospermia; successivamente mi sono rivolto ad un andrologo, che mi ha consigliato una serie di esami che adesso le elenco e che hanno dato tutti esito negativo, e cioè, : isolamento di chlamydia trachomatis, ricerca di ureoplasma urealitycum e micoplasma hominis, un esame colturale che ha dato "assenza di sviluppo di flora batterica patogena", un ecodoplpler scrotale da cui non si evince nulla di anomalo e una serie di esami relativi all'fsh, prolattina, testosterone ed lh che sono risultati nella norma; alla fine di tutto ciò, mi sottopongo nuovamente alla prova del nove: esame del liquido seminale, risultato, spermatozoi assenti eccetto "uno" spermatozoo immobile ogni 10 - 15 c.m. ; 5, 6, cellule spermatogeniche x c.m.; 7 -8 leuciciti x c.m.; ph : 8,7;
a questo punto la domanda, il mio andrologo è rimasto perplesso e mi ha dato l'impressione di non sapermi dare alcuna risposta, mi ha solo detto che mi consiglia una biopsia testicolare bilaterale per capire se la produzione di spermatozoi è non matura, Le chiedo caro dottore, Lei che mi consiglia? in caso si scoprisse la non maturità dei miei spermatozoi, basterebbe una cura antibiotica per potere farli sviluppare, oppure, qualora si dovesse verificare una situazione tale la soluzione sarebbe la loro crescita per vie artificali ed esterne? e poi, il valore PH 8.7 è alto? se si cosa potrebbe significare? ed inoltre, cosa sono queste cellule spermatogene e leucociti, il oro valore è nella norma?
La ringrazio immensamente per la Sua sicura risposta, colgo quindi l'occasione per porgerLe cordiali saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del01/06/2006

Gentile Utente,
ci sono alcuni concetti che non le sono stati chiariti.
L'azoospermia ha di norma due cause: una causa "produttiva" per cui i testicoli per ragioni a volte chiare, a volte no, non producono spermatozoi.
Una causa ostruttiva ovvero i testicoli funzionano perfettamente ma i canali deputati al trasporto degli stessi sono ostruiti o addirittura mancanti (patologia poco frequente).
Già alla visita vera e propria ci si può orientare verso una o l'altra ipotesi. Le dimensioni, il volume , la consistenza dei testicoli sono una spia della loro funzionalità. Con esami ormonali, esami genetici (che non le sono stati richiesti!!), ecografia scrotale e dei canali dello sperma a livello della prostata si giunge ad una conclusione in una buona % di casi senza ovviamente ricorrere alla biopsia testicolare che NON ha più senso di esistere.
Un azoospermico deve casomai essere sottoposto ad un intervento che si chiama TESE che è come la biopsia ma la finalità è di cercare gli spermatozoi nel testicolo e se ci sono di congelarli per utilizzarli in un secondo momento per una fecondazione asistita (ICSI)

Mi fermo qui ma ce ne sono molte di cose che andrebbero dette.

Un cordiale saluto



Dott. renzo benaglia
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
BERGAMO (BG)


Altre risposte di Sessualità







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra