L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

29/01/2007 20:30:23

Esami del sangue

Ho ricevuto oggi risultati degli esami del sangue. Mi hanno riscontrato anomalie in questi valori: ferritina (612), sideremia (41), transferrina (215), bilirubina diretta (0.45), nell'emocromo; MO# 0.7; RBC 6.39; hgb 11.8; MCV 58,3; MCH 18.5, gli altri esami dell'emocromo hanno valore nei limiti ed anche urinicoltura negativa, trigliceridi,acido urico, esame urine,transaminasi g.o.t., transaminasi g.p.t., gamma gt,fosfatasi alcalina, glicemia, azotemia, bilirubina totale e frazionata,colesterolo hdl-ldl-totale,elettroforesi di sieroproteine,creatinina hanno valori nella norma.
A cosa può essere dovuto? Sono un uomo di 32 anni portatore sano di anemia mediterranea ma ho sempre goduto di buona salute. Non pratico attività sportiva anzi ho una vita sedentaria, per lavoro consumo pasti veloci (autista autobus). Ringrazio ed ossequio anticipatamente.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del01/02/2007

I risultati degli esami rientrano in un quadro di Talassemia Minor di cui già sa di essere affetto. La definizione di portatore "sano", invece, è piuttosto generica e spesso imprecisa visto che anche in assenza di una malattia franca ci sono, comunque, spesso, delle "deviazioni" dalla norma che non devono essere prese mai sottogamba. Sostanzialmente l'unico elemento che va considerato più attentamente nel Suo caso è l'accumulo del ferro dovuto al fatto che essendoci una difficoltà da parte del Suo organismo a fabbricare i globuli rossi (eritropoiesi inefficace) il ferro si accumula e il suo eccesso, un domani, potrebbe causare dei danni. Un rimedio "naturale" per ridurne l'accumulo è quello di sottrarre del sangue (salassi) in modo da costringere l'organismo a rifabbricare i globuli rossi sottratti e , dunque, a consumare del ferro. Ma come può ben capire nel Suo caso non si può ricorrerre a questo accorgimento, da un lato perchè Lei parte già con un quantitativo di sangue ridotto ( Anemia ), dall'altro perchè l'accumulo di ferro deriva proprio da alcuni tentativi che il suo organismo effettua, senza successo, nel fabbricare i globuli rossi: dunque se richiedessimo al Suo organismo di fabbricare ulteriori globuli rossi ci troveremmo ad avere unnumero ancora maggiore di tentativi senza successo e, in definitiva, ulteriori accumuli di ferro. Dunque l'unico rimedio attuabile per risolvere il problema sarà quello di ricorrere ai farmaci "ferrochelanti" (farmaci che legano il ferro favorendone l'eliminazione). Ma di questo sarà bene che ne parli col Suo medico che potrà indirizzarLa, eventualmente, al più vicino centro per il trattamento delle talassemie. Saluti

Dott. Vincenzo Martucci
Medico Ospedaliero
Specialista in Ematologia
UDINE (UD)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra