29/11/04  - Malattie professionali - Cuore circolazione e malattie del sangue
L'esperto risponde

Malattie professionali




Domanda del 29 novembre 2004
Siamo due studenti universitari impegnati in un laboratorio di ricerca per la compilazione della nostra tesi sperimentale.Volevamo,se possibile,avere delle delucidazioni sull'eventuale rischio che potremmo correre nell'utilizzare giornaliermente tali sostanze chimiche e strumenti di laboratorio:cloroformio,etere etilico,metanolo,acetato di etile,NNdimetilformamide,trietilammina,aldeidi varie,acetonitrile,piridina,piperidina,sodio cianoboroidruro,diclorometano,esano,acido trifluoroacetico,acetone,lampade ultraviolette.Inoltre ci chiedevamo come poterci difendere dall'esposizione facendo presente che tutti i solventi prima citati ,alcuni rotavapor utilizzati per allontanare i solventi dalle soluzioni e i sintetizzatori BATCH per la sintesi peptidica in fase solida sono posizionati fuori dalle cappe,tenendo anche presente che a volte noi stessi siamo impossibilitati a lavorare sotto cappa.Ringraziandovi per la sicura risposta,distintamente porgiamo i nostri saluti.
Risposta del 02 dicembre 2004
Per i singoli prodotti utilizzati potete chiedere alla ditta MERCK le schede di sicurezza.
Le lampade UV come i raggi solari sono nocive per la cute. Evitare l'esposizione diretta.

Dott. Piergiuseppe Vegezzi
Casa di cura convenzionata
ERBA (CO)

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Cuore circolazione e malattie del sangue

Potrebbe interessarti
Gli esami per il cuore: quando e come affrontarli
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 aprile 2017
Focus
Gli esami per il cuore: quando e come affrontarli
Sale: poco e iodato a difesa di cuore e tiroide
Cuore circolazione e malattie del sangue
10 aprile 2017
Focus
Sale: poco e iodato a difesa di cuore e tiroide
Pressione alta: solo un iperteso su 5 segue la terapia
Cuore circolazione e malattie del sangue
06 aprile 2017
News
Pressione alta: solo un iperteso su 5 segue la terapia