28/01/05  - Pes arti superiori - Mente e cervello
L'esperto risponde

Pes arti superiori




Domanda del 28 gennaio 2005
salve, a breve devo fare la pes arti superiori vorrei sapere che tipo di esame è,e come viene eseguita.grazie
Risposta del 31 gennaio 2005
PESS significa letteralmente Potenziali Evocati Somato Sensitivi. Trattasi di un esame di diagnostica neurofisiologica che consiste nella registrazione dell'attività elettrica registrata a livello del plesso brachiale, cervicale e della corteccia cerebrale sensitiva in risposta ad uno stimolo sensitivo esercitato a livello del nervo mediano (in genere al polso). Lo scopo di tale esame è quello di valutare l'integrità della via nervosa sensitiva dalla periferia all'area cerebrale che elabora le sensazioni, a livello del lobo parietale. Vengono posti elettrodi a livello della clavicola (dallo stesso lato dello stimolo), della VII vertebra cervicale (sulla linea mediana) e del cuoio capelluto della regione parietale (opposta allo stimolo), collegati ad un apparecchio registrante, ed uno stimolatore che eroga stimoli tattili al nervo mediano. Viene poi ripetuto lo stesso procedimento dal lato opposto. Il numero degli stimoli può variare, attestandosi tra i 150 e i 300 per lato. L'apparecchiatura elabora le risposte a tali stimoli e crea un tracciato in cui vengono evidenziate le "latenze" medie delle risposte ai tre livelli allo stimolo (ovvero il tempo che intercorre tra lo stimolo e la risposta). Non sarebbe possibile infatti interpretare una sola risposta ad uno stimolo data la bassa ampiezza e la relativa variabilità delle risposte stesse, che talvolta non superano in ampiezza il rumore di fondo.
Un'alterazione della latenza ci permette di valutare un'eventuale lesione posta sulla via nervosa esaminata e la sua approssimativa localizzazione. E' possibile anche registrare dagli arti inferiori.

Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
PIETRA LIGURE (SV)

Risposta del 18 marzo 2005
I potenziali evocati somestesici sono le risposte del midollo e dell'encafalo dopo stimoli elettrici a nervi degli arti superiori e inferiori: sono utili per evidenziare "intoppi" nella conduzione nervosa

Dott. Nunzio Peci
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Neurologia
PATERNO' (CT)

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Mente e cervello

Potrebbe interessarti