Calcolosi alla colecisti - Stomaco e intestino
L'esperto risponde

Calcolosi alla colecisti




Domanda del 28 dicembre 2015
Ho effettuato una ecografia dell'addome che ha evidenziato:
" Fegato ingrandito e steatosico, omogeneo nell'ecostruttura e regolare nei profili. Colecisti contenente un grande calcolo di 25mm di diametro. Vie biliari non dilatate. Tronco portale pervio e di calibro regolare. Non dilatazioni aneurismatiche dell'aorta addominale. Loggia pancreatica non ingrandita. Milza nei limiti per volume ed aspetto ecografico. Non grossolane alterazioni dei profili intestinali. Non versamenti liberi in addome. reni in sede ed indenni da sostanziali alterazioni morfostrutturali. Non masse patologiche ecograficamente dimostrabili in sede surrenale. Vescica distesa, omogenea nel contenuto e regolare nei profili. Prostata non ingrandita (diam. trasv. 37mm e vol. 19cc ).
Esame eseguito con sonda multifrequenza da 1-8 Mhz. "

Non ho alcun sintomo.
Oltre ad una dieta meno lipidica, mi chedo se non è il caso di asportare la colecisti onde evitare complicazioni tipo pancreatiti acute. ..

Grazie delle eventuali risposte.
Risposta del 01 gennaio 2016
La scelta se farsi operare per un grosso calcolo unico è del tutto personale. Se non vi sono calcolini piccoli o quello che chiamiamo " fango biliare ", il pericolo di Pancreatite è nullo. Nel corso degli anni il calcolo potrebbe erodere lentamente la parete della colecisti (ma anche no ). In ogni caso, la sua cistifellea non è più funzionante, se si asporta è come togliere un corpo estraneo.




Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Stomaco e intestino

Potrebbe interessarti