Colon Irritabile - Stomaco e intestino
L'esperto risponde

Colon Irritabile




Domanda del 18 febbraio 2016
Salve dottore,
Sono una ragazza di 23 anni, fino a un paio d’anni fa mai avuto problemi. Poi nell’estate del 2013; nel fare una dieta metabolica iniziai ad accusare problemi intestinali come feci molli con presenza di muco più volte al giorno, dolori addominali e talvolta sangue nelle feci.
In questi due anni ho fatto molte analisi (analisi del sangue e delle urine; vatie analisi delle feci: ricerca sangue occulto, esame parassitologico, batteriologico, chimico-fisico, calprotectina fecale; ecografia, test celiachia, test intolleranze alimentari); risultato: tutto nella norma; ho fatto anche un’esplorazione rettale che ha evidenziato la presenza di emorroidi, solo il colesterolo leggermente alto, qualche intolleranza alimentare e un batterio fecale curato con antibiotico.
Con il mio medico curante ho provato diverse cure tra cui normix e probiotici ma non riesco a risolvere questo problema.
La mia diagnosi è stata di colon irritabile, ma la mia paura è che si possa trattare di qualcosa di più serio come una malattia infiammatoria intestinale.
Ci sono dei periodi in cui sto bene e sono regolare (mi capita anche di non andare un giorno), ed altri cui ho sempre questi dolori forti e vado spesso al bagno(feci molli, talvolta diarrea).
Inoltre da quando ho fatto questa dieta (dimagrii poi 15 kg) , prima il mio fisico era diverso, cioè ero magra perché mangiavo poco; cominciando a mangiare di più ingrassai subito ed ero in notevole sovrappeso (148cm -60kg), poi cominciai questa dieta e in qualche mese dimagrii circa 10 kg, poi cominciai ad accusare questi sintomi e dimagrii ulteriormente, poiché avevo paura di mangiare qualsiasi cosa per via mal di pancia e quindi ho mangiato per mesi solo cibo in bianco. Ora mangio tantissimo, ho sempre fame e non ingrasso mai, anzi ci sono periodi in cui ho mal di pancia che dimagrisco; ma il mio peso varia tra i 43 e 45 kg.
È normale questa situazione?È compatibile con un colon irritabile o può essere altro?
Grazie, Anastasia
Risposta del 22 febbraio 2016
L'alternanza dei disturbi con periodi di benessere deporrebbe più per un colon irritabile che per una forma infiammatoria. Inoltre, la calprotectina fecale (marcatore di infiammazione) non è aumentata. Non è molto chiaro il suo percorso tortuoso tra diete strane e altalena del peso. Ha controllato la tiroide?


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Stomaco e intestino

Potrebbe interessarti