10/03/16  - Dolore toracico ricorrente - Cuore circolazione e malattie del sangue
L'esperto risponde

Dolore toracico ricorrente




Domanda del 10 marzo 2016
Gentili signori, vorrei sporre la mia situazione in questo blog per chiedere orientamento ed ascoltare altre valutazione prima di recarmi al mio medico curante nuovamente. Mi presento come una ragazza 25enne di indice di Bim 33 quindi con un considerevole sovrappeso, per fortuna non fumatrice attiva o passiva. I miei problemi sono iniziati intorno a due mesi fa, col comparire di un dolore toracico accompagnato da tosse secca e febbre diagnosticato come bronchite e curato con un ciclo di antibiotici. Ma durante e dopo questo ciclo ho iniziato ad avere problemi di reflusso gastroesofageo che ho trattato senza buoni risultati col Gaviscon. Di conseguenza ho sospeso i farmaci e mi sono chiamata a capitolo evitando cibi grassi e che ho capito scatenavano il riflusso quali: vini, caffè,sughi di pomodoro o cibi grassi ed alcuni condimenti...in questo modo sono piano piano sparite le molestie. Ma riprendendo a fare movimento con passeggiate e piccole sessioni di esercizi quali addominali e flessioni questo dolore toracico intenso come quando ho avuto la bronchite mi è ritornato, questa volta senza tosse o febbre ma accompagnato di cefalea e nausea che peggiorano la sera al coricarmi e che persistono riuscendo ad svegliarmi la notte mentre dormo. Questa cosa sta iniziando ad inquietarmi e vorrei, se è possibile, avere il parere di un professionista se effettivamente può essere una anomalia legata a qualche cardiopatia o soltanto prodotto dallo sforzo fisico magari peggiorato con l'ansia o lo stress. Vi ringrazio e resto in attesa di un aiuto.
Risposta del 11 marzo 2016
Cerco di aiutarla volentieri, anche se la descrizione dei suoi disturbi richiederebbe maggiori dettagli. La semplice espressione " dolore toracico ", senza precisare dove, di preciso, non è sufficiente per ipotizzare una diagnosi. Però, quello che posso dirle e che a lei interessa di più, è che quel tipo di dolore non è certo di origine cardiaca.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Cuore circolazione e malattie del sangue



Tags: Cuore circolazione e malattie del sangue

Potrebbe interessarti
Gli esami per il cuore: quando e come affrontarli
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 aprile 2017
Focus
Gli esami per il cuore: quando e come affrontarli
Sale: poco e iodato a difesa di cuore e tiroide
Cuore circolazione e malattie del sangue
10 aprile 2017
Focus
Sale: poco e iodato a difesa di cuore e tiroide
Pressione alta: solo un iperteso su 5 segue la terapia
Cuore circolazione e malattie del sangue
06 aprile 2017
News
Pressione alta: solo un iperteso su 5 segue la terapia