L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

10/08/2004 10:41:29

Ev. trapianto polmoni

In un soggetto affetto da neoplasia estesa ( polmoni2, reni 1 dx) con un quadro clinico pessimo e, con tutti gli effetti collaterali della chemio, sottopeso etc. etc., è possibile un trapianto di polmoni tra consanguinei ? quali effetti collaterali, quali possibilità di accettazione/rigetto - ancorchè il/ i donatore/i sono germani?
Grazie ed in attesa di urgente risposta inviamo distinti saluti.

Dott.ssa A. Lupi

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/09/2004

In pazienti con neoplasia polmonare, specie se in fase avanzata come mi sembra di capire dalla domanda, non è nella pratica clinica comune eseguire trapianto del polmone. In questi casi il trattamento è di tipo medico. Chieda maggiori informazioni al suo oncologo che meglio conosce informazioni relative alle caratteristiche del tumore, allo stadio della malattia e alle condizioni cliniche del paziente.

Cordiali saluti,



Dott. Daniele Pozzessere
Medico Ospedaliero
PRATO (PO)


Risposta del29/09/2004

La donazione di organi è consentita solo in casi regolati dalla legge. Attualmente è permessa la donazione di rene tra consanguinei e la donazione di parte del fegato. negli altri casi vale il principio per cui sono vietati gli atti di disposizione tali da provocare una perdita di funzione, anche nel caso di organi doppi. Inoltre il trapianto polmonare ha indcazioni limitate, tra cui non figura la neoplasia.

Dott. Marcello Maestri
Medico Ospedaliero
PAVIA (PV)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra