L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

26/10/2007 17:02:31

Extrasistole e soffio al cuore

Vorrei sapere se il foffio al cuore e spia di qualche malattia oppure no e se va tenuto sotto controllo.Siccome sono affetta da Tiroidite cronica autoimmune e da poco mi e' stata rilevata dal medico una extrasistole auscultando il cuore che non risulta nel tracciato,vorrei qualche chiarimento.Che cosa puo' provocare una extrasistole e che cos'è?E' indice di qualche patologia?Devo fare ulteriori accertamenti ed eventualmente quali?Grazie.Cordialità.Confido nella vostra serietà per una vostra risposta.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del30/10/2007

In una situazione di questo genere è opportuno eseguire i seguenti accertamenti sia cardiologici che extracardiologici.
Dal punto di vista cardiologico, non è sufficiente il solo elettrocardiogramma a riposo; sono necessari l'ecocardiogramma color doppler per escludere una patologia cardiovascolare sottostante (Lei ha parlato di soffio e pertanto tale metodica ci permette di valutare la funzionalità delle valvole cardiache e dei movimenti del cuore) e l'Elettrocardiogramma Holter delle 24 ore, che , come dice il termine stesso, permette di vedere se nell'arco delle 24 ore compaiono o meno extrasistoli; una riflessione non infrequente del paziente è la seguente: "dottore proprio il giorno che ho messo l'apparecchio non ho avvertito alcun disturbo"; non si preoccupi; gli esperti hanno stabilito che qualora durante l'esame non si evidenzi alcun disturbo del ritmo è verosimile ipotizzare un'origine non cardiaca delle riferite extrasistoli; in ogni caso c'è sempre l'elettrocardiogramma da sforzo; è citato per ultimo non perchè meno importante ma perchè in caso di presenza di extrasistoli il comportamento durante sforzo è determinante per stabilire la benignità di tale reperto; infatti qualora le extrasistoli presenti a riposo si riducessero o scomparissero durante sforzo, questo costituisce un criterio che ci permette di dire al paziente " ... che non si deve assolutamente preoccupare dal punto di vista cardiologico".
Ma le cause di extrasistoli non sono solo cardiache; dobbiamo valutare la tiroide (è Lei asserisce di essere affetta da Tiroidite autoimmune) ma anche l'eventuale presenza di reflusso gastroesofageo; in questo caso l'unico esame che permette di dirimere il dubbio rimane l'esofagogastroscopia.
E' ovvio che qualora tutti questi accertamenti risultassero nella norma, possiamo anche cominciare a pensare a uno stato di Ansia ; ripeto la diagnosi di ansietà si fa sempre per ultimo e dopo aver escluso tutte le ipotetiche cause organiche

Dott. Virgilio Di Legge
Medicina generale convenz.
Specialista in Cardiologia
Specialista in Medicina dello sport
PISA (PI)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra