L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Sessualità

03/05/2006 22:24:19

Ferita da depilazione

Caro dott.,

Le scrivo perchè da qualche giorno sono MOLTO preoccupata.
Circa una decina di giorni fa, tagliando con un paio di forbici alcuni peli pubici molto fastidiosi, mi sono inavvertitamente ferita. Ho tagliato un pezzettino di pelle che ricopre il clitoride, sul lato sinistro, in basso (credo si tratti di un lato del prepuzio clitorideo o forse delle piccole labbra...comunque si tratta di pelle esterna). E' uscito pochissimo sangue, solo una gocciolina e il dolore è cessato quasi subito, è durato solo qualche secondo. Ora toccando con le mani non avverto nessun fastidio nè bruciore. Anche durante i rapporti sessuali o la masturbazione è tutto a posto. Ora però non so se sia dovuto al fatto che mi sto fissando su questo "problema" ma mi sembra di percepire un po' di fastidio quando cammino, con i jeans o pantaloni stretti, o in alcune posizioni da seduta. Questa"mutilazione" mi crea un forte disagio psicologico sia perchè si nota leggermente che manca un pezzettino ( 2 lembi di pelle sono ancora staccati) sia perchè ho paura che ciò possa compromettere la mia possibilità di provare piacere (anche se sono riuscita per ora a raggiungere l'orgasmo...). Il mio ragazzo dice che non si nota assolutamente nulla ma per me questo sta diventando un grosso problema e ci penso in continuazione.
La pelle in questo punto si rigenera? Si noterà meno con il tempo questo taglio? Si cicatrizzerà bene? Posso utilizzare della connettivina per aiutare la cicatrizzazione?
Può sembrare esagerata la mia preoccupazione ma mi creda, sono veramente angosciata da questo fatto.

La ringrazio in anticipo per l'attenzione e per i suoi consigli,

C.89

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/05/2006

In questi casi la cosa migliore da fare è chiedere una valutazione clinica diretta della lesione da parte di uno specialista ; lesione che sembra , dalla sua stessa descrizione, non grave. Alcune volte un "terzo" osservatore con un suo parere qualificato può meglio dirimere e sdrammatizzare un falso problema. Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Sessualità







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra