L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

09/12/2007 19:59:29

FIBROMIALGIA

Buon giorno,
mi chiamoA.C. , 54 anni,da 7 affetta da fibromialgia (a quanto sembra una malattia psicosomatica che si ripercuote in modo abnorme sulla muscolatura,creando una corazza al collo,alla schiena,alla zona miofasciale che mi rende invalida e mi impedisce parecchi movimenti,oltre che a sbalzi di umore,e tanti altri disturbi che sicuramente lei conoscerà.per approfondimenti basta una semplice ricerca in internet )
Ho provato di tutto,terapie,massaggi, ginnastica dolce,terapia psicologica.senza risultati.
Le chiedo gentilmente se lei è a conoscenza di qualche nuova terapia che mi potrebbe aiutare,ho letto con molto interesse il suo sito e la seguo sempre in tv.mi potrebbe indicare quale terapia/trattamento si addice di più alla fibromialgia?
E soprattutto,ho notato che e’ una malattia diffusa piu’ di quel che si pensi (2 milioni di casi in Italia tra forme piu’ o meno forti) ma in pochi,ne’ studiosi ne’ case farmaceutiche si impegnano veramente a fare ricerche mirate e studi approfonditi.almeno lei che e’ famoso tra i mass media la prego cerchi di fare da cassa di risonanza affinche’ io e tantissime altre persone possano avere dei miglioramenti.
La ringrazio anticipatamente per la sua gentile risposta.
Distinti saluti


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del12/12/2007

Gentile signora, la Fibromialgia è come Lei sa una malattia non grave ma estremamente fastidiosa perchè tende sempre a recidivare. Ciònonostante esistono terapie che riescono almeno a diminuire sensibilmente i disturbi dei pazienti. il problema è che nessun caso è uguale agli altri per cui è INDISPENSABILE una valutazione accurata per identificare bene il tipo, la sede etc. in modo da indirizzare tutte le cure sul punto esatto della infiammazione altrimenti il rischio è che non si ottengano risultati terapeutici. le stesse cure possono essere efficacissime su di un paziente e del tutto inefficaci in un altro.

Prof. Roberto Binazzi
Universitario
Specialista in Ortopedia e traumatologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra