L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

23/02/2007 08:24:21

FORTI DOLORI ALLE SPALLE

Grazie per un parere specialistico e chiarificativo sui risultati di questo esame.
La persona interessata è un uomo di 56 anni che da circa 8 mesi soffre di forti dolori alle spalle.
Grazie per i chiarimenti che potrete darmi.

RM SPALLA SINISTRA:
Modeste note artrosiche dell’acromion-claveare con lieve riduzione di ampiezza del sottostante spazio nel contesto del quale l’unità miotendinea del sovraspinato si presenta tuttavia continua.
Una sfumata irregolarità riguarda il profilo intra-articolare con assottigliamento del nastro tendineo che non mostra lacerazione a tutto spessore.
Versamento nella borsa sub-acromion-deltoidea.
Area di contusione ossea che riguarda la struttura del massiccio trochitico.
Integri il sottospinato e il sottoscapolare.
Il tendine del capolungo del bicipite appare in sede.
Non è presente versamento endoarticolare da ritenersi significativo, pertanto mal valutabile il cercine glenoideo.

RM SPALLA DESTRA:
Anche a tale livello sono evidenti iniziali alterazioni artrosiche dell’acromion-claveare con lieve riduzione di ampiezza del sottostante spazio nel contesto del quale tuttavia l’unità miotendinea del sovraspinato si presenta integra.
Il nastro tendineo è sottile ed eroso con riferimento al versante intra-articolare e in sede III medio senza discontinuità a tutto spessore.
Anche a tale livello sono evidenti piccole aree di alterata intensità di segnale in sede sottocorticale più propriamente riferibili ad alterazioni geodiche.
Il tendine del capolungo del bicipite appare in sede circondato da ampiafalda liquida.
Versamento in sede intra-articolare.
Apparentemente nei limiti il cercine glenoideo.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del25/02/2007

Lei soffre di una lesione iniziale alla cuffia dei rotatori, un sistema muscolo-tendineo della spalla che ci permette i movimenti di extrarotazione. E' una patologia frequente nella seconda metà della vita, di natura prevamentemente degenerativa.
Prima di pensare ad una soluzione chirurgica artroscopica, conviene iniziare un trattamento conservativo con kinesiterapia, laserterapia, ultrasuonoterapia, eventuali infiltrazioni alla spalla, un trattamento medico antinfiammatorio.
dott. Paolo Tedesco

Dott. Paolo Tedesco
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
Specialista in Medicina dello sport
Specialista in Ortopedia e traumatologia
VENEZIA (VE)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra