25/03/13  - Fratture multiple metatarsi - Scheletro e Articolazioni

Fratture multiple metatarsi




Domanda del 25 marzo 2013

Domanda


Salve, vi avevo scritto un paio di settimane fa riguardo alle mie fratture alla base del 2° e 3° metatarso e testa del 3° e 4° metatarso. Da quando ho subito l'evento traumatico ho sempre avuto un dolore all'altezza della base del 1° metatarso o forse a livello del cuneiforme ed ho sempre pensato fosse dovuto a qualche riflesso doloroso delle fratture. Ma ho ottenuto da poco anche le radiografie fatte dopo 10 giorni di gesso e a guardare bene, sulla radiografia con il piede inclinato a 45° mi par di vedere una fessura proprio sul primo cuneiforme e volevo sapere da un occhio esperto se si tratta di una possibile reale frattura oppure è solo la mia suggestione.

L'immagine si trova a questo link.



http: //imageshack. us/photo/my-images/89/cuneiforme. jpg/



In caso si tratti di una vera frattura, è il caso che lo faccia sapere all'ortopedico oppure continuo per i miei restanti 15 giorni di valva gessata e poi glielo comunico al momento di toglierla per fare i raggi di controllo di fine trattamento?

Insomma mi domando se è una frattura che va trattata in modo differente dal conservativo oppure si deve intervenire in qualche altro modo. Cordiali saluti

Simone
Risposta del 28 marzo 2013

Risposta


Gentile paziente,
purtroppo il link è solo trascritto e non è utilizzabile.
Mi sento comunque di rassicurarla.
Se è stato confezionato un apparecchio gessato, e non si è ritenuto necessario un intervento, significa che le fratture non presentavano spostamenti.
Per questo l'immobilizzazione in gesso dovrebbe favorire la consolidazione di tutte le fratture.
Condizione necesaria è che non appoggi ASSOLUTAMENTE il piede al suolo fino a consolidazione.
Saluti

Dott. Pasquale Prisco
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Torre Annunziata (NA)

Il profilo di PASQUALE PRISCO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Sì allo yoga, ma con attenzione ai dolori vecchi e nuovi
Scheletro e articolazioni
06 settembre 2017
News
Sì allo yoga, ma con attenzione ai dolori vecchi e nuovi