L'esperto risponde

Domanda di: Salute femminile

12/06/2009 23:58:36

GARDNERELLA

Egregio signor dottore,

nel mese di febbraio ho eseguito un pap-test e sono risultata positiva al virus del papilloma. La mia ginecologa mi ha proposto di eseguire un ulteriore pap-test dopo 3 mesi. Durante la visita mi ha diagnosticato la gardnerella curandomi con arilin 500 mg e flagil gel. Mercoledì 10 giugno ho rifatto il pap-test e mi ha ancora diagnosticato la gardnerella prescrivendomi ancora l'antibiotico che non è piacevole a prendere perchè sto sempre male. La stessa mi ha chiesto se ho rapporti con altri uomini e ho risposto assolutamente no. Quindi lei dice che il problema è il mio fidanzato dicendo che va con altre donne e mi infetta a sua volta a meno che, escludendo di avere rapporti anali lui ha un problema alla prostata e che dovrebbe andare da un urologo. Psicologicamente sono distrutta perchè non riesco a pensare che mi possa veramente tradire. Ho fiducia in lui, e ci amiamo tanto. La nostra sessualità è molto attiva, facciamo l'amore 5 volte alla settimana. Ne ho parlato a lungo con il mio fidanzato e anche lui è molto provato per questa situazione molto imbarazzante. Dice che non mi tradisce e che pensa che forse è lo sperma ha provocare questo batterio o che effettivamente ha un problema alla prostata. Volevo sapere un suo parere in merito. Ringraziandola per l'attenzione a cui dedicherà alla mia richiesta, invio distinti saluti.

Grazie, Deborah.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del16/06/2009

La gardnerella è un germe emergente e non è solo sessualmete trasmesso. Questo lo sa sicuramente la sua ginecologa. Inoltre non basta che esista nel pap test tale infezione deve essere diagnosticata con il tampone vaginale con antibiogramma e curata con l'antibiotico adatto risultante dall'antibiogramma. Per quanto riguarda l'infezione da HPV VIRUS la collega lha eseguito il tampone virologico per sapere quale ceppo è in causa. Questa infezione è MOLTO PIù IMPORTANTE DELLA GARDNERELLA essendo dei ceppi ad alto rischio per K portio.

Dott. Benedetto Novarese
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
MESSINA (ME)




Altre risposte di Salute femminile


© RIPRODUZIONE RISERVATA