L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

22/12/2006 12:41:41

GENITORI PREOCCUPATI

Egregi dottori, siamo due genitori preoccupatissimi per nostro figlio Carlo di 24 anni.
Negli ultimi 4- 5 anni spesso, per vari motivi alcuni dei quali a noi sembrano veramente banali è stato nervosissimo e irascibile per poi chiudersi per giorni in se stesso e anche a causa di un suo problema di udito ha pure rifiutato qualche lavoro ( per timore di non farcela per il suo deficit uditivo ).
Da qualche tempo esce anche di meno con gli amici e il fatto che non lavora lo fasentire timoroso, vergognoso e inferiore nella società e lo fa sentire anche in colpa nei nostri confronti e tende così a chiudersi spesso ancora di più in se stesso.
Lui afferma di non avere problemi di depressione perchè dice che non piange sempre come fanno i depressi senza motivo ma piange di rado solo per rabbia e per stress insopportabile e dice di essere sottoposto ad un'enorme tensione mentale dovuta al suo deficit uditivo che gli impedisce di relazionarsi con le persone come vorrebbe e di essere anche per questo iperstressato ( ha tentato di mettere gli apparecchi acustici ma non è riusciuto assolutamente ad accettarli ).
Su nostra continua rischiesta e pressione perchè lo vediamo sempre sempre nervoso, ombroso e poco sorridente, ha fatto una visita pisichiatrica e lo specialista gli ha prescritto una cura con una compressa di entact 10mg dopo pranzo e xanax 0,50 al mattino e alla sera. Noi come genitori abbiamo parlato col psichiatra che ci ha detto che nostro figlio ha una depressione lieve ed è molto teso psicofisicamente e che deve seguire la terapia per un bel pò di tempo.
Dopo 45 giorni di cura il nostro Carlo è ora meno nervoso e irascibile e un pò più sicuro si sè e arrossisce di meno in viso per timidezza ma lui continua a sostenere di non essere mai stato depresso e che il suo umore e migliorato solo di pochissimo e che prima non piangeva quasi mai come i depressi e che deve interrompere subito la cura perchè un eccesso di seretonina nel suo cervello non depresso, dovuta all'assunzione dell'entact può causargli dei danni irreparabili nel cervello e nell'organismo infatti dice che alcune volte gli capita ( solo quando è assolutamente solo ) come una specie di felicità incontrollabile che dura 5 -6 secondi durante la quale o esulta stringendo con forza le braccia e i pugni o si sfrega son forza le mani o altro e che quindi l'eccesso di serotonina lo sta schizzando. Quindi lui dice che ha quel carattere e non può farci niente e la depressione non centra nulla.
Noi in famiglia però ora lo vediamo un pò più rilassato e meno nervoso di prima, ma non sarà che nostro figlio ha ragione e lo psichiatra ha preso un granchio ?
Vi preghiamo, egregi dottori, dateci qualche consiglio su come dobbiamo comportarci.
Ci scusiamo per la lunghezza della lettera e Vi porgiamo gli auguri di buone feste e Vi ringraziamo per la risposta.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del27/12/2006

il fatto che stia meglio mi fa pensare che le cure vadano bene. bisogna inoltre ricordare che farmaci come l'entact non vengono usati solo per la Depressione ma anche per controllare meglio la rabbia, per l' Ansia , le paure etc. quindi non sono solo farmaci contro il pianto. io lo incoraggerei a curarsi e se ha dei dubbi lo rimanderei allo psichiatra che ha dato la cura.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra