L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

02/02/2006 17:53:23

Ghiandole ingrossate...


Gent.mi Medici, Vi scrivo di seguito i miei sintomi, potreste dirmi se riguarda una patologia neurologia o di altra natura? Il medico di famiglia, il neurologo e l'ematologo dai quali sono stato, non mi hanno saputo dare risposte. Mi hanno detto di fare analisi frequenti, ematocrito ed ecografia alle ghiandole linfatiche. Ad un esame dell'ematocrito e delle urine fatto a settembre, dopo i primi sintomi, è risultato tutto nella norma mentre da un'ecografia al collo fatta il 14 dicembre 2005 risulta che la ghiandola sotto la mandibola destra è di 18 mm, quella della sinistra è di 17. Queste sicuramente sono gonfie da giugno 2005, da quando ho iniziato a sentire il collo gonfio a tal punto da non poter abbottonare quelle camicie che prima invece mi andavano bene. Da settembre 2005 ho iniziato a sentire il braccio e la gamba sinistri in modo strano. Li sento, ancora oggi, sempre intorpiditi, a volte sento del formicolio, altre li sento pesanti e doloranti, soprattutto sotto la pianta del piede sinistro. Mi è difficile comandarli, e si affaticano facilmente. Agli arti della parte destra, invece, non sento questi sintomi, ma, qualche volta, mi capita di sentirli un po' intorpiditi o di sentire del formicolio alla mano e al piede. Ogni piccolo sforzo che faccio sudo e mi comporta più fatica del normale. Sento gonfia anche la parte destra del viso, soprattutto di notte e la mattina appena alzato, e mi provoca fastidio, quasi dolore, all'occhio destro. La notte mi capita spesso di svegliarmi sudato.
Sono un uomo di 36 anni. Non bevo, non fumo, ne' uso sostanze stupefacenti. Per lavoro, devo alzarmi ogni mattina alle 3,30 e viaggiare in treno per due ore all'andata e due al ritorno... Vi ringrazio per la vostra disponibilità. Nell'attesa della Vostra risposta vi porgo i miei più coridiali saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/02/2006

Sono tutti sintomi che conducono alla sindrome da stanchezza cronica e alla Tiroidite , che va indagata, esegua:
Emocromo e formula, piastrineTipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25, anticorpi sierici anti tireoglobulinaanticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)Tireoglobulinaanticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK) FT3, FT4, TSHANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
Questi sono più specifici e non è molto facile trovare laboratori che le eseguono, la clinica medica dell'università di Pisa, sezione laboratoiro analisi le esegue tranquillamente:
· Epidermal Growth Factor (EGF)
· Epidermal Growth Factor-receptors (EGF-R)
· Fibroblast Growth Factor (FGF)
· Insulin-like Growth Factor (IGF-1)
· Platelet-derived Growth Factor (PDGF)

Saluti




Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra