L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

03/08/2008 11:27:42

Glaucoma acuto terapia

Ho letto su una rivista medica ke la pilocarpina nn viene piu usata nel trattamento del glaucoma.E' vero? Da quale farmaco e' stato sostituito? perchè la pilocarpina nn puo' essre associata ad antidepressivi?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/08/2008

Carissimo,
LA PILOCARPINA PUO' ESSERE ANCORA USATA,MA NON LO E' QUASI PIU',VISTO CHE CON LA NUOVA SERIE DI FARMACI ANTI Glaucoma TOSI SI RIESCE A NORMALIZZARE MOLTO BENTE IL TONO ENDOCULARE SENZA AVERE GLI EFFETTI COLLATERALI DELLA PILOCARPINA STESSA!!
La pilocarpina è un alcaloide con attività parasimpaticomimetica sinora disponibile solo sotto forma di collirio per sfruttarne utilmente l'effetto miotico.
Gli agenti colinergici provocano una contrazione dei muscoli interni dell’occhio che sono innervati dal sistema parasimpatico causando la contrazione del muscolo ciliare e la miosi della pupilla.
Sfortunatamente gli agenti colinergici presentano qualche effetto collaterale indesiderabile. La miosi indotta dal farmaco può essere fastidiosa per il paziente, specialmente nel passagio dalla luce al buio; inoltre la contrazione del muscolo ciliare provoca accomodazione (l’occhio distingue preferenzialmente gli oggetti vicini), effetto particolarmente fastidioso nei giovani con un meccanismo accomodativo ancora integro (l’accomodazione diminuisce con l’età per diversi motivi; per questa ragione i pazienti più anziani tollerano i miotici molto meglio dei pazienti giovani). All’inizio della terapia, o quando somministrati ad alte dosi, gli agenti colinergici possono provocare dolore per la contrazione dei muscoli interni.
Un’ ulteriore accortezza: si raccomanda la massima cautela nel somministrare la pilocarpina nei pazienti Asma tici, perché, anche se in rari casi, può indurre broncospasmo.
La sostanza che funge da messaggero (neurotrasmettitore)e che viene rilasciata dalle terminazioni nervose è l’ acetilcolina . I farmaci che mimano gli effetti dell’acetilcolina sono chiamati colinergici o parasimpaticomimetici . L’acetilcolina, come tale, non può essere applicata direttamente sull’occhio perchè viene rapidamente inattivata ( idrolizzata) dall’organismo; i ricercatori hanno dovuto pertanto cercare altre sostanze che avessero gli stessi effetti dell’acetilcolina ma tempi di sopravvivenza maggiori . Gli agenti parasimpaticomimetici sono i più vecchi farmaci usati nella trapia del Glaucoma , in particolare, la pilocarpina viene impiegata fin dal 1876.
QUINDI TUTTE LE TERAPIE CHE VANNO AD INTERFACCIARE CON TALI SISTEMI SONO SCONSIGLIATE!!!


Un caro saluto.
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it

Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra