L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

06/01/2008 20:35:38

Glicemia ai limiti

Buongiorno, sono un giovane di 34 anni, peso 65 Kg ed alto cm 170.
A distanza di circa 10 anni dal precedente prelievo ho rifatto le analisi del sangue ed ho avuto i seguenti valori:

colesterolo totale 214; colesterolo hdl 52; colesterolo ldl 152;
glicemia 102;
trigliceridi 49;

Il medico mi è sembrato preoccupato soprattutto per il valore di glicemia, e mi ha detto che a digiuno il valore deve essere assolutamente inferiore; tanto che ha ipotizzato di effettuare il carico di glucosio.

Gli altri valori sono nella norma: i trigliceridi 49; uricemia 5,3 (mi sembra che l’acido urico sia influenzato dal colesterolo)

Premetto che non mangio assolutamente formaggi o latticini, mentre in relazione ai cibi contenenti carboidrati, tendo a mangiare dolci, biscotti ed anche patate, che mi sembra contengono molti zuccheri.
Forse un errore alimentare può essere quello di mangiare zuccheri la sera (la mattina prendo solo una spremuta di arancia)

In relazione al colesterolo, come detto, non mangio formaggi e non mi sembra di assumere molti grassi ( avevo già ridotto da mesi insaccati ed altro), anche se ceno, con discreta frequenza, con piatti a base di alimenti che ho scoperto avere valori elevati quali gamberi, frutti di mare, calamari.

Ulteriore elemento che spero possa esservi utile è che, per ragioni lavorative, il pasto principale è costituito dalla cena e che in famiglia mio padre, di 74 anni, ha un valore di glicemia leggermente elevato (varia dai 110 ai 120).

Per il resto non ho particolari problemi: nell’occasione ho misurato anche la pressione che è risultata essere 80/110 e normalmente è anche un po’ più bassa. Inoltre avevo programmato di effettuare l’esame dell’omocisteina, in quanto è risultato che mio padre ha tale valore leggermente alterato (125) e mi era stato detto che l’enzima rileva su base genetica. In ospedale non facevano tale esame, ma hanno effettuato la troponina che è risultato essere 0.0

Cosa posso fare?
Il valore della glicemia è effettivamente un pericolo, soprattutto se associato al colesterolo, come mi ha indicato il medico?

Il valore totale del colesterolo è un problema oppure posso ritenere che sia normale, considerando anche il rapporto tra colesterolo totale ed HDL?
Come mai il colesterolo è altino ed il valore dei trigliceridi è basso?

Mi scuso per la lunghezza, ma ho cercato di fornire tutti gli elementi utili, anche perché, come accennavo, non ha seri dati di raffronto, in quanto le precedenti analisi risalivano a dieci anni orsono.

Grazie per il consiglio.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del09/01/2008

Sinceramente non vedo motivo di preoccupazione estrema...la glicemia è modicamente alterata,ma pare sia il primo riscontro,quindi ripeterei l'esame in un secondo moma'ento inserendo anche la glicata.Se la glicemia fosse ancora tra 101 e 125,è indicata curva da carico di glucosio, e inoltre,dato il normopeso,sed la curva fosse alterata
chiederei i markers autoimmunittari per ' Diabete ,onde escludere un LADA( Diabete autoimmune a lenta evoluzione).
Per quanto riguarda i lipidi,hdl è alto e ldl ,non essendoci altri fattori di rischio,potrebbe essere considerato ancora nei limiti(inf.a 160...anche se l'ottimale è 130).Il valore di ch totale,modicamente elevato,è il meno importante rispetto alle frazioni hdl eldl...Buona giornata.

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
DESIO (MI)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra