L'esperto risponde

Domanda di: Pelle

21/03/2009 17:21:03

Gonfiore pelle pene

Salve sono un ragazzo di 20 anni e ultimamente mi è successa una cosa abbastanza spiacevole: dopo essermi masturbato con vigore ho notato un rigonfiamento della pelle del prepuzio e della pelle dell'asta immediatamente sotto al glande (come se la pelle fosse diventata gommosa), e delle macchie leggermente più scure (come l'effetto di un pizzico sulla pelle).questo non ha provocato dolore particolare, ma un leggero fastidio soprattutto quando provavo a scoprire il glande, operazione, questa, portata a termine senza troppi problemi se non fosse per le difficoltà dovute al rigonfiamento. il problema dopo 24 ore è scomparso e dopo un pò di giorni ho provato a masturbarmi di nuovo senza forzare e infatti non si è gonfiato. ieri invece ho provato a forzare e ho notato che il gonfiore è ricomparso, questa volta in maniera più lieve, senza macchie ed il gonfiore è sparito nel giro di 18 ore, ma è rimasta una piccola ciambellina che si sta sgonfiando man mano che passa il tempo. Stamattina ho provato a masturbarmi nuovamente e ho notato un leggero fastidio residuo, ma evitando di forzare troppo (senza troppa pressione sul membro) ho portato a termine l'atto senza problemi: la ciambellina non ha subito rigonfiamenti ulteriori se non lievi e legati, credo, al maggior afflusso di sangue. E’ possibile che ci sia una ‘ferita’ interna al prepuzio o qualcosa di simile che se eccessivamente sollecitata può provocare il rigonfiamento???perché ho notato che la prima parte a gonfiarsi è quella ed è anche l’ultima a ‘guarire’… Chiarisco che a livello di pulizia credo di non farmi mancare nulla (forse troppa pulizia??) e che immagino tutto questo sia legato all'eccessiva pressione meccanica unita magari ad un'insufficiente lubrificazione(visto che non ho mai avuto molti problemi a scoprire il glande e non ho mai avuto problemi con la penetrazione vaginale), volevo quindi chiedere un parere su cosa dover e poter fare per evitare che il problemi si ripresenti. inoltre mi piacerebbe sapere come comportarmi nel momento in cui dovesse riaccadere, se prendere medicinali e come insomma far sgonfiare la zona e alleviare il fastidio. In ogni caso credo che mi recherò da un Andrologo in settimana per una visita che possa tranquillizzarmi un pò. grazie

La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui



Altre risposte di Pelle


© RIPRODUZIONE RISERVATA