L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

19/09/2004 10:35:04

Gozzo nodulare

Durante uno dei periodicii controlli alla carotide, in esguito ad
intervento chirurgico, lo Specialista ha notato un nodulo alla
tiroide e mi ha suggerito di fare ulteriori esami. Gli esami del
sangue sono i seguenti:TSH 0,402 - FT4 1,23 - FT3 3,3 - an-
ticorpi tireoglobuline e microsomiali :0 - L'ECOGRAFIA Tiroidea: Lobo dx e sinistro Antero poster.: 21 - Latero later.
18 e 20 - longitudinale: 55. - Referto:Tiroide di dimensioni superiori alla norma, ad ecostruttura disomogenea e lievemente ipoecogena. Lobo dx: non noduli distinti. Lobo sin.
in sede apicalenodulo ipoecogeno, con grossolane calcificazioni, di 13x14x20 mm. Istmo: regolare - Trachea in asse. REFERTO della SCINTIGRAFIA: Tiroide in sede di dimensioni aumentate per prevalente iperplasia del lobo sin.
La formazione nodulare clinicamente evidenziabile al terzo medio del lobo sin. corrisponde ad un'area isocaptante. Quadro scintigrafico di gozzo nodulare. Vorrei notizie in merito.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/09/2004

La patologia tiroidea riscontrata è certamente presente da tempo, questa dato anamnestico e l'età anagrafica depongono per una terapia medica ormonale in prima istanza. Compito del Medico curante sarà di seguire l'evoluzione nel tempo della tiroide sulla base della responsività alla terapia medica per successivamente valutare l'opportunità di un trattamento chirurgico.

Prof. Luciano Pagliari
Medico Ospedaliero
ROMA (RM)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra