L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

30/01/2007 11:38:25

Grave problema al ginocchio sx

Buongiorno,
mio fratello di 25 anni da circa due anni è stato operato al ginocchio sx causa lesione al menisco. Subito dopo ha riscontrato continui problemi, abbondante versamento articolare e fastidio. Ha così effettuato un'altra RMN dove hanno scritto:
"Abbondante versamento articolare, alterazioni di segnale di tipo degenerativo a carico del corno posteriore del menisco laterale, assottigliamento del rivestimento cartilagineo a carico del condilo femorale mediale, specie posteriormente con irregolarità del profilo e tenui alterazioni di segnale a carico dell’osso subcondrale. Il referto è indicativo di osteocondromalacia. La rima articolare mediale è assottigliata e si rilevano iniziali alterazioni artrosiche dei capi ossei".
Mi ha preoccupato soprattutto : Il referto è indicativo di osteocondromalacia e il fatto che si rilevano iniziali alterazioni artrosiche. Cosa significa?
é consigliabile andare da un buon Ortopedico o non si può fare niente per togliere questo problema al ginocchio?
Ringrazio in anticipo per la cortese attenzione.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/02/2007

L'ipotesi di consultare un "buon" ortopedico mi pare giusta: più che un "buon" ortopedico sceglierei un ortopedico con esperienza di chirurgia del ginocchio. La lesione condrale sul condilo femorale mediale di suo fratello va valutata attentamente e soprattutto va deciso se vi sono gli estremi per un trattamento conservativo (fisioterapia, kinesiterapia, condroprotettori, eventuale scarico dell'articolazione, ecc.) oppure se più indicata una revisione artroscopica del ginocchio con l'ipotesi di valutare se vi sono le condizioni per un trapianto di cartilagine o di condrociti. Deve essere valutato anche l'esatto valore clinico dell'assotigliamento della rima articolare, per una esatta scelta chirurgica. Il fatto che vi siano iniziali segni Artrosi ci potrebbe essere la conseguenza ultima della lesione cartilaginea. Queste sono le ipotesi terapeutiche (ipotesi, non avendo visitato il paziente, ne visto alcun esame).
Penso sia indispensabile uno specialista di tale settore chirurugico.


Dott. Paolo Tedesco
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
Specialista in Medicina dello sport
Specialista in Ortopedia e traumatologia
VENEZIA (VE)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra