L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

27/04/2005 14:55:42

Guarire il cancro con il bicarbonato di sodio?!? 2

Chiaramente quando si è ignoranti in materia si ascoltano tutte le opinioni, mantenendo comunque un certo scetticismo, ecco perchè desideravo avere più opinioni da voi circa questa "teoria" che da subito mi ha lasciato perplesso, soprattutto quando mi è stato detto: "la spesa varia in relazione a ciò che si vuole ottenere".
cosa può voler ottenere un malato?!!?
mah..

insomma le speranze per mio padre sono praticamente nulle o i "miracoli" in medicina esistono?
lui non si sente male, se non a volte un po' di affanno e perdita quasi totale della vista per la pressione sul chiasma ottico.
i 2 tumori polmonari sono entrambi nel parenchima alto dx e non superano i 2cm di diametro.
i secondarismi cerebrali sono circa 5 di piccolissime dimensioni ed il più grande è all'ipofisi.
mentalmente è lucido, fisicamente forte e positivo.
quanto può durare questa situazione?

cosa ne pensate della cura Di Bella, magari associata a radioterapia evitando o associando alla chemio?
(di bella.. altro argomento scottante)
se qualcuno di voi crede che questa terapia non sia solo un'illusione ma anche una piccola speranza e un tentativo innocuo che si può fare, lo prego di esprimere il suo pensiero liberamente.
grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del30/04/2005

Caro signore,
capisco che in situazioni drammatiche qualsiasi strada ci si presenta davanti la si vuole percorrere: e giusto, è umano. Purtroppo alcune di queste strade sono impervie e piene di imbroglioni e di gente senza scrupoli che bisogna identificare e quanto meno ignorare.
Per quanto riguarda le condizioni di Suo padre, almeno per quanto riguarda la situazione cerebrale, non vi è alcuna possibilità chirurgica.
Per quanto riguarda la terapia Di Bella personalmente non ho esperienza e quindi non mi posso esprimere nè in un senso nè nell'altro.
Devo però affermare che il professor Di Bella non era nè un cialtrone nè uno sprovveduto. Era un docente universitario di chiara fama con conoscenze di fisiologia, biochimica e farmacologia non comuni.
Il proferssor Di Bella non è stato mai condannato per la sua attività clinica. La sua terapia non è stata riconosciuta ufficialmente e pertanto lo Stato non si può assumere l'onere della spesa, ma il cittadino liberamente e a sue spese può scegliere.
Come medico inesperto della terapia Di Bella non posso ufficialmente consigliarleLa, ma se Lei vuole tentare non vedo perchè deve essergli impedito.
Cordiali saluti ed Auguri sinceri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra