L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

15/01/2006 19:04:20

Help

B.sera Dott.,
sono una ragazza di 28 anni,di Na,che fino ad Agosto scorso ero serena a dir poco(anche xchè fidanzata felicemente).
Da circa 4 mesi a questa parte,non ci stò a capì + nulla.
C'è da dire che vivo ancora in famiglia e che loro sono MOLTO all'antica,non posso trascorrere una notte fuori casa es.giorni fa volevo partire x Firenze(dove abbiamo una casa ns.),da sola,xchè lì cmq ho degli amici,non è possibile a casa mia una cosa del genere,che una ragazza parta da sola x una città lontana.......è da matti!Quindi io rimango a casa....
Non ho + un lavoro da circa 3mesi,e non riesco nemmeno a trovarlo,pur avendo tante esperienze come segretaria,call-center ecc.il max.che trovo è appunto un lavoro di call-center pagato una vera miseria solo 200€......e mi avvilisco ancora di +.
Quel ragazzo con cui ero fidanzata felicemente mi ha lasciato 3 mesi fa xchè secondo lui abbiamo caratteri completamenti differenti(siamo rimasti amici)ma il problema è che io vivo perennemente in attesa di una sua telefonata,un sms,o anche solo 1 squillo ma nulla,e come mi consolo?Attaccandomi alla chat,ogni volta che conosco un ragazzo e mi piace(vedendolo in foto)lo riempio di squilli,telefonate,sms e ne risente tantissimo il mio borsellino che si assottiglia sempre di + a causa anche delle schede telefoniche che compro ogni giorno,ma non posso farne a meno.....x me è come una droga dalla quale non riesco ad uscirne purtroppo,spesso non esco nemmeno x chattare.Mio padre gg.fa mi staccò internet x me fu una tragedia vera e propria,piangevo anche di notte,l'ho convinto dicendogli che avrei iniziato a pagare la mia spesa in internet(che non è poca,considerato che ci sto tutto il g.e non ho l'adsl).
Ah dimenticavo......può sembrare strano,ma non ho nemmeno un amico/a sono tutti sposati o fidanzati e come è giusto ci sentiamo molto + raramente.
Gradirei tantissimo che Lei mi desse un Suo consiglio,ne ho urgentemente bisogno,xchè non so + che fare,e spero che mi dia un consiglio anche x quanto riguarda il lavoro.....sono stata chiamata x un colloquio a Roma come segretaria di un'ag.immob.,semmai superassi il colloquio Lei mi consiglia di cercare un appart.lì o lasciar perdere?
La ringrazio anticipatamente x l'aiuto che mi dà e che dà a tutti quelli che ne hanno bisogno.
Distinti Saluti
Elena

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del19/01/2006

Dalla sua lettera emergono due cose: una è la condizione precaria che oggi patiscono molti giovani i quali non riescono a trovare un lavoro che li renda davvero autonomi dalla famiglia; l'altra è un apsetto della sua personalità che la rende confusa e la fa cadere in comportamenti semza senso.
Credo si debbano tenere separate le due cose se si vogliono affrontare concretamente.Perciò innanzi tutto le direi di dare la priorità al lavoro: uno stipendio permette di fare un minimo di progetti e di sentirsi qualcuno. Inoltre è un modo per rendersi autonoma dalla famiglia perchè credo non sia bello dover chidere i soldi in casa per le proprie spesine. Se trova lavoro a Roma, vada a Roma.
Per quanto riguarda la personalità credo che lei si renda conto di vivere ancora come una adolescente, nonostante i suoi 28 anni. Purtroppo questi sono i modelli proposti, ma credo che ciascuno di noi abbia il dovere verso se stesso di liberarsi dai condizionamenti della pubblicità, della televisione e dei rotocalchi, non crede?
Lei è una donna che continua a vivere come una ragazzina, e da questo contrasto nasce anche la sua sofferenza.
Provi a coltivare un interesse vero e vedrà che già questo l'aiuterà. Se abbiamo da fare, automaticamente ci indirizziam verso le cose concrete e lasciamo da parte i sogni ad occhi aperti.
Entri in una associazione di volontariato, o entri a far parte di un coro, o qualsiasi altra cosa, purchè sia una cosa concreta e precisa.
Questo l'aiuterà molto a lasciarsi alle spalle i comportamenti da adolescente che ora la stanno solo danneggiando.


Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra