18/07/05  - Immunoglobuline e antitetanica - Malattie infettive

Immunoglobuline e antitetanica




Domanda del 18 luglio 2005
Mio marito si e'fatto un taglio alla mano con una lamiera, e'andato al pronto soccorso e gli hanno detto di mettere una pomata antibiotica. Quando ho visto il taglio mi sono preoccupata per il tetano percio'sono andata ad una farmacia e ho spiegato il problema. Mi hanno venduto due siringhe, una e'l'immunoglobulina e l'altra il vaccino per il tetano da fare prima una e poi l'altra. L'ho praticamente obbligato a fare queste punture. DOPO ho letto le avvertenze speciali e cioe'che l'immunoglobulina e'un derivato del sangue umano e potrebbe portare alla trasmissione dell'aids o dell'Epatite C. Perche'in farmacia me l'hanno venduta senza prescrizione medica allo stesso livello di vendere una aspirina? non so piu'cosa pensare. ..
Risposta del 21 luglio 2005
la prescrizione comunque è giusta e se non vi sono state reazioni alla immunoglobulina, di tipo allergico, non c'è da preoccuparsi. per quanto riguarda il rischio di Aids o di Epatite b e non tanto c, i vaccini in commercio sono sicuri e non debbono destare preoccupazione se non per altri effetti collarerali.

Dott. alessandro romano
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia maxillo facciale
Specialista in Odontoiatria
ROMA (RM)



Il profilo di ALESSANDRO ROMANO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti