L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infanzia

11/04/2007 18:36:35

Immunologia

Carissima dott. GARBAGNATI la ringrazio per avermi risposto, sono la mamma del bambino con i valori del morbillo alti, sono molto preoccupata perche' il mio bambino ha fatto la vaccinazione nel 2001 (LA TRIVALENTE) e' molto strano che abbia questi valori cosi' alti, e' possibile che abbia la malattia internamente? se e' cosi'...... a chi mi devo rivolgere per una cura adeguata?
inoltre volevo chiederle se poteva dare un occhiata anche a questi valori
ANALISI POPOLAZIONI LINFOCITARIE
LINFOCITI T8 : CD3+CD8+
% dei linf. attivati (HAL DR+) nei linf. CD8+ 15,0 (2,3 - 13,8)
LINFOCITI NK: CD16+ e/o CD56+CD3-
% dei linfociti NK totali 19,3 (6,3 - 14,8)

la ringrazio anticipatamente e attendo con ansia il suo prezioso consiglio saluti S.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del16/04/2007

Gentile Signora
Il Suo bambino, che è stato vaccinato nel 2001 contro Morbillo , par Otite e Rosolia , mostra attualmente una negatività delle IgM specifiche contro il Morbillo ed una elevata positività delle IgG. Il bambino non sembra avere avuto di recente una infezione Morbillo sa.
La negatività delle IgM è un dato normale nel soggetto vaccinato o che ha avuto la malattia naturale alcuni anni prima.
Il titolo molto elevato delle IgG specifiche contro il Morbillo suggerisce il sospetto che il bambino abbia avuto di recente una infezione Morbillo sa senza sintomi (ad esempio, senza esantema). Se questo è avvenuto, il titolo delle IgG dovrebbe diminuire spontaneamente in modo significativo nel giro di qualche mese.
Ma Lei dice che il Suo bambino è affetto da autismo e questo complica la lettura dei dati, in quanto l'autismo è stato messo in relazione alla vaccinazione anti Morbillo sa. L'argomento è tuttora estremamente controverso, perchè da una parte gli studi che hanno messo in evidenza questa relazione necessitano di ulteriori conferme e dall'altra quelli che la negano non sono a mio giudizio del tutto convincenti.
I dati relativi alle popolazioni linfocitarie suggeriscono soltanto che le difese del bambino contro le infezioni sono attive.
Al fine di avere una visione un po' più chiara della situazione del bambino mi sembra utile ripetere il dosaggio delle IgM e IgG anti- Morbillo tra qualche mese (fare l'esame nel laboratorio utilizzato in precedenza, per poter confrontare i dati).
Per quanto riguarda i problemi "autismo" e "sospetto Morbillo asintomatico", Le consiglio di rivolgersi a un buon centro di Omeopatia.
Auguri

Dott.ssa Ersilia Garbagnati
Specialista attività privata
Specialista in Pediatria e Neonatologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Infanzia







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra