L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

15/06/2007 21:39:05

Infiammazione orifizio uretrale

Egregio dottore,circa 20 giorni fa lo specialista otorinico mi ha prescritto,a seguito di una mia infiammazione alle corde vocali, un terapia di 40 giorni in cui consigliava l'assunzione di 45 mg di Lansoprazolo al giorno( 3 cps Lansox 15), e 4 cps/die per i primi 20 giorni e 2cps/die per i restanti di Dirahist (triamcinolone/clorofenammina), dopo qualche settimana di trattamento,molto probabile a causa delle cortisonico triamcinolone,ho sviluppato un infiammazione dell'orifizio uretrale, allora evitando di scomodare il medico ho iniziato una terapia a base di 4 cps/die di neo-furadantin,senza purtroppo risulati,poco prima di recarmi dal medico scivolando ho riportato una piccola lesione alla testa suturata con 6 punti, il medico del PS mi ha inoltre prescritto una terapia profilattica di Augmentin di 2 cpr/die!tuttavia neanche l'amoxicilina associata ha dato miglioramenti,allora ho deciso di recarmi dal medico,questi sostiene che è un infenzione delle vie urinarie,ed mi ha prescritto Maxaquin,un chinolione!approcio totalmente sbagliato in quanto mi ha prescritto un chemioterapico alla cieca e non ha tenuto conto che le possibilità di rotture tendinee associando chinoloni e cortisonici sono maggiori...a cosa potrebbe essere dovuto il tutto? Premetto che vorrei fare l'antibiogramma prima di assumere qualsiasi medicinale antimicrobico,al fine di evitare sprechi di risorse e magari evitare l'instaurarsi di resistenza antibiotiche.
Saluti e grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del18/06/2007

Caro lettore,
prima di iniziare una nuova terapia antibiotica è importante una attenta e completa valutazione colturale sulle urine e sul liquido seminale con eventuale antibiogramma. Solo in questo modo si evitano terapie inutili e i loro effetti collaterali.
Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra