L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Chirurgia estetica

19/12/2005 22:50:35

Intervento al naso

Sono una ragazza di 23 anni
4 anni fa ebbi un incidente in cui riportati la frattura del naso.
Oggi dal medico dell'assicurazione mi è stata riconosciuta una difficoltà respiratoria e una gibbosità dovute al trauma dell'incidente. Siccome il risarcimento che stò per avere, non contempla le spese per una rinoplastica al fine di riottenere il corretto profilo del mio naso, vorrei sapere se, come dice il mio avvocato, l'intervento di rinoplastica è mutuabile allorquando subordinato ad un intervento funzionale per ripristinare la corretta resirazione.
La ringrazio.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/12/2005

Gentile giovane,

Quando si subisce un danno da trauma di cui si è vittima, si ha diritto al risarcimento che contempla, fra l'altro, l'intervento di chirurgia plastica per la "restitutio ad integrum", ovvero il recupero morfo-funzionale del naso. Mi capita spesso fare delle relazioni mediche specifiche per questi problemi nelle quali è descritto il problema, il tipo di intervento per la risoluzione e il preventivo di spesa. In base a questo l'avvocato chiede il risarcimento all'assicurazione.
Saluti
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica Estetica


Dott. Claudio Bernardi
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
ROMA (RM)


Risposta del23/12/2005

mutuabile o no, ma credo di sì ,come suppone il suo avvocato, un risarcimento assicurativo dovrebbe contemplare sia il danno biologico da lei avuto sia le spese dell'intervento di rinoplastica presso una struttura ed uno specialista di sua fiducia.

Dott. alessandro romano
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Chirurgia maxillo facciale
Specialista in Odontoiatria
ROMA (RM)


Risposta del27/12/2005

Gentile Signorina , ritengo che il Suo caso clinico possa rientrare nei LEA (livelli essenziali di assistenza ) con il Servizio Sanitario Nazionale . Tuttavia ritengo che l'eventuale correzione chirurgica con la mutua possa correggere solo gli esiti post-traumatici. In ogni caso Le consiglio di consultare diversi Centri Specialistici Ospedalieri e Privati per avere una adeguata informazione .

Cordiali saluti
Alberto dr.Capretti
C.T.U di Ch.Plastica Tribunale di Milano


Dott. Alberto Capretti
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
MILANO (MI)


Altre risposte di Chirurgia estetica







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra