L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

25/05/2008 21:46:20

Intervento di cataratta

Una decina di giorni fa mi sono sottoposto ad un intervento per la rimozione di cataratta da un occhio che originariamente vedeva bene sia da lontano che da vicino (soprattutto). Ovviamento con la cataratta la vista è progressivamente diminuita da lontano, mentre è rimasta buona da vicino. Dopo l'intervento vedo bene da lontano (10/10), ma da vicino non vedo più nulla (lenti da 3 diotrie per vedere). Ovviamente la soprpresa è stata grande e, direi, invalidante per chi non ha mai usato gli occhiali. Tutto questo è normale? A breve dovrò fare la stessa cosa anche nell'altro occhio e la cosa mi inquieta non poco. Ci sono possibilità per un risultato più confortante? Grazie
Sandro

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del28/05/2008

Carissimo,
dopo l'intervento di Cataratta ,che verosimilmente lo ha emmetropizzato con la introduzione della IOL(cristallino artificiale),lei è diventato ne più ne meno come tutti i signori della sua età,ovviamente affetti da Presbiopia .Come TUTTI i signori della sua età,in assenza di patologia intrinseca oculare(vedi Cataratta ) DEVONO ESSERE CORRETTI DA VICINO!!!
Quindi TUTTO SOTTO CONTROLLO!

Un caro saluto.
siravo@supereva.it
http://siravoduilio.beepworld.it

Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Risposta del28/05/2008

Gentile paziente,
il calo della vista prevalente da lontano e minore da vicino è normale nell'evoluzione della Cataratta nucleare.
Nell'operare la Cataratta noi possiamo scegliere il cristallino artificiale in modo da dare una buona vista naturale per lontano (come nel suo caso) e con gli occhiali per vicino, oppure si può fare l'inverso, con una buona visione naturale per vicino e l'uso di occhiali per lontano.
Questa seconda possibilità, fra le centinaia di pazienti che opero ogni anno, la consiglio solo alle persone che sono sempre state miopi, alle persone che escono poco di casa in modo indipendente e che non guidano.
Possibilità alternative alla sua situazione, che le assicuro essere ottimale, sono:
- l'impianto di cristallini artificiali bi- o multifocali, sulla cui comodità e qualità di visione i pareri sono molto molto contrastanti
- l'impianto di un cristallino con visione per lontano in un occhio e per vicino nell'altro, molto difficile da sopportare e possibile causa di disturbi dell'equilibrio
Nella mia esperienza nessuna delle soluzioni alternative che le ho prospettato può darle la felicità.
L'unica vera strada è quella di accettare le enormi qualità ed i piccoli difetti dell'intervento cui è stato sottoposto ed abituarsi con grande serenità all'uso degli occhiali per leggere.
Le faccio i miei migliori auguri per il prossimo intervento

Dott. Federico Friede
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
FELTRE (BL)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra