L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

06/06/2006 16:57:59

Intervento

Gentile dottore
è possibile fare il trattamento sclerosante o con laser per capillari in prossimità dell'estate?
Grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del09/06/2006

E' assolutamente sconsigliabile. Purtroppo molte pazienti si ricordano delle loro teleangectasie solo in questo periodo. In realtà i trattamenti a cui fa cenno richiedono molta pazienza e tempi lunghi, necessitando di sedute dilazionate e soprattutto di un lasso di tempo variabile (da settimane a mesi) per la stabilizzazione dei risultati. Inoltre è frequente che nell'immediato possano persistere piccoli ematomi che, esposti precocemente al sole, possono più facilmente evolvere in pigmentazioni più durature o addirittura permanenti. Purtroppo è quasi inevitabile che passato il periodo estivo il problema venga accantonato fino alla primavera successiva; la cosa più corretta è invece quella di cominciare i trattamenti in autunno, avendo così a disposizione tutto il tempo necessario per fare le cose con calma, verificare i risultati e, se necessario effettuare anche qualche "ritocco". Non si fidi di chi eventualmente dovesse proporLe "trattamenti-lampo". Attenzione a quale "laser" Le viene proposto (non tutti i Laser sono uguali) e in questo settore a mio parere (non solo mio) questa metodica promette molto e mantiene poco. Più che della tecnica, si fidi dell'esperienza di chi la esegue.


Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)


Risposta del09/06/2006

E' assolutamente sconsigliabile. Purtroppo molte pazienti si ricordano delle loro teleangectasie solo in questo periodo. In realtà i trattamenti a cui fa cenno richiedono molta pazienza e tempi lunghi, necessitando di sedute dilazionate e soprattutto di un lasso di tempo variabile (da settimane a mesi) per la stabilizzazione dei risultati. Inoltre è frequente che nell'immediato possano persistere piccoli ematomi che, esposti precocemente al sole, possono più facilmente evolvere in pigmentazioni più durature o addirittura permanenti. Purtroppo è quasi inevitabile che passato il periodo estivo il problema venga accantonato fino alla primavera successiva; la cosa più corretta è invece quella di cominciare i trattamenti in autunno, avendo così a disposizione tutto il tempo necessario per fare le cose con calma, verificare i risultati e, se necessario effettuare anche qualche "ritocco". Non si fidi di chi eventualmente dovesse proporLe "trattamenti-lampo". Attenzione a quale "laser" Le viene proposto (non tutti i Laser sono uguali) e in questo settore a mio parere (non solo mio) questa metodica promette molto e mantiene poco. Più che della tecnica, si fidi dell'esperienza di chi la esegue.


Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)


Risposta del09/06/2006

E' assolutamente sconsigliabile. Purtroppo molte pazienti si ricordano delle loro teleangectasie solo in questo periodo. In realtà i trattamenti a cui fa cenno richiedono molta pazienza e tempi lunghi, necessitando di sedute dilazionate e soprattutto di un lasso di tempo variabile (da settimane a mesi) per la stabilizzazione dei risultati. Inoltre è frequente che nell'immediato possano persistere piccoli ematomi che, esposti precocemente al sole, possono più facilmente evolvere in pigmentazioni più durature o addirittura permanenti. Purtroppo è quasi inevitabile che passato il periodo estivo il problema venga accantonato fino alla primavera successiva; la cosa più corretta è invece quella di cominciare i trattamenti in autunno, avendo così a disposizione tutto il tempo necessario per fare le cose con calma, verificare i risultati e, se necessario effettuare anche qualche "ritocco". Non si fidi di chi eventualmente dovesse proporLe "trattamenti-lampo". Attenzione a quale "laser" Le viene proposto (non tutti i Laser sono uguali) e in questo settore a mio parere (non solo mio) questa metodica promette molto e mantiene poco. Più che della tecnica, si fidi dell'esperienza di chi la esegue.


Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra