10/05/13  - Ipertensione - Cuore circolazione e malattie del sangue

Ipertensione




Domanda del 10 maggio 2013

Domanda


buona sera, sono iperteso da circa 9 anni ed in cura con valpression 160 invernale e 80 estivo.
I valori si sono mantenuti sempre tra 130-140 e 85-90.
da qualche mese i valori si sono alzati fino a 150-160 e 90-100, pur assumendo sempre valpression 160.
Da 2 mesi il medico mi ha prescritto valsartan 160+12, 5 idroclorotiazide. Per le prime settimane i valori pressori si sono ridotti a 110-120 e 70-80 e mi sentivo spossato.
Ora da due settimane sono ritornati 140-150 e 90-95 sopratutto al mattino appena alzato e alla sera tardi. Sono preoccupato perchè non capisco il motivo, dato che svolgo la solita vita (un po'di tennis ora poco perchè ho il gomito destro che mifa male) e scio molte volte in inverno senza problemi anche ad altezze elevate (2500-3500 m ). Sono da sempre ansioso e da molti anni (più di 30) assumo EN da 0, 5 la sera che una volta era il rimedio al lavoro stressante che svolgevo.
Ora non più , dormo male anche se non ho problemi di lavoro.
Che sia dovuto al continuo pensare alla pressione?
Risposta del 13 maggio 2013

Risposta


In effetti, ora non deve " fissarsi " troppo sui valori pressori, dal momento che attualmente sono stabilizzati.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Risposta del 13 maggio 2013

Risposta


La preoccupazione per la pressione può in effetti contribuire ad aumentare i valori della stessa, proprio per questo motivo è utile evitare circoli viziosi che conducono solo a preoccupazioni che si possono evitare.

In effetti nel Suo caso non vi è motivo di preoccuparsi per i valori di pressione, visto che non si tratta di livelli pericolosi per la vita e che non si accompagnano alla presenza di sintomi specifici.

E'del tutto normale che i farmaci impieghino tempo, anche settimane, per raggiungere il loro pieno effetto ed è ugualmente normale che nella vita di un iperteso si possa renderenecessario aggiustare su misura la terapia di tanto in tanto.

Per cui se la preoccupazione è l'Ipertensione può dormire sonni tranquilli, il suo curante sarà in grado piano piano di normalizzarne i valori evitando bruschi cali (che nel suo caso danno spossatezza ). qualche mese di valori pressori non ottimali non può produrre danni d'organo significatici, che avvengono invece nell'arco di numerosi anni.




Dott. Francesco Tovoli
Universitario
Specialista in Medicina interna
Bologna (BO)

Il profilo di FRANCESCO TOVOLI
Risposta del 13 maggio 2013

Risposta


In effetti non bisogna concentrarsi sui valori di pressione arteriosa. Noi dobbiamo curare l'Ipertensione, non i valori di pressione arteriosa. Generalmente solo il 30% dei pazienti rispondono ad un solo farmaco, ed il diuretico puo'essere poco efficace se non si segue una dieta con poco sale. Mentalizzarsi sui valori non aiuta di certo, visto che lo stress e l'Ansia sono una componente importante dell'Ipertensione. L'attività fisica aiuta certamente. Consideri poi che nei cambi di stagione così repentini la pressione ne risente molto


Dott. marco leoni
Medico Ospedaliero
Specialista in Nefrologia
Albano Laziale (RM)

Il profilo di MARCO LEONI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Cuore circolazione e malattie del sangue



Potrebbe interessarti
Cardioteam Foundation Onlus sostiene il primo screening gratuito dell’aorta “on-the road”
Cuore circolazione e malattie del sangue
01 settembre 2017
News
Cardioteam Foundation Onlus sostiene il primo screening gratuito dell’aorta “on-the road”
Colesterolo: ecco come ridurlo con frutta secca e olive
Cuore circolazione e malattie del sangue
16 agosto 2017
News
Colesterolo: ecco come ridurlo con frutta secca e olive
Quando i chili aumentano, il cuore cambia e lavora male
Cuore circolazione e malattie del sangue
02 agosto 2017
News
Quando i chili aumentano, il cuore cambia e lavora male