L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

01/04/2007 17:37:38

Ipertrofia prostatica

Ho 40 anni e dal mese di maggio che sono in lotta con una prostatite:
Uno dei problemi principali è che la quantità e la forza dal flusso di urina è diminuito o comunque non è più come prima, a volte ne esce poco, esento che la vescica non si è svuotato del tutto,la notte non necessariamente ho la necessità di urinare .Prima sono andato dal mio medico curante e mi ha prescritto un ecografia all' addome inferiore: Vescica normodistesa,indenne da lesioni endoluminali. Prostata regolare per volume ad ecostruttura omogenea.Presenza di discreta residuo urinario post minzione ( 95 ml circa).
Poi ho fatto l' esame spermiocoltura: ricerca mycoplasma/ureaplasma: positiva per ureaplasma urealyticum.
Presenza di flora mista polimicrobica: si segnala la presenza di 50.000 CFU/ml di flora mista: enterococcus faecalis;enterobacteriaceae;staphylococcus spp.
Il PSA è 0,74 ng/mL
Ed infine ho fatto la flussimetria:
Total time: 2:2 s
Voided volume: 402 ml
Peak flow: 17 ml/s
Average flow: 6 ml/s
Time to Peak: 0:13 s
Esitancy: 0:17 s
Voiding Time : 1:20 s
Urine Residal : 100 ml
Ho eseguito le varie cure di antibiotici, seguendo seguendo antibiogramma della spemocultura ma oggi il problema non è migliorato anzi a volte si è aggiunto dei dolori sul basso ventre, e a volte il flusso è talmente poco che esce a gocce...
Stanco dei varie cure di antibiotici, con I relativi esami di spermocultura e con scarsi risultati mi sono rivolto ad uno dei più rinomati urologo della mia zona che mi ha prescritto un ennesimo antibiotico+ "Serpens" per tre mesi ..( il mio medico curante ha detto che si tratta di un medicinale "acqua")....e se non scompariranno I sintomi, dovrei effettuare una urografia con il contrasto.Il 16 febbraio ho effetuato l'urografia con uretrografia minuzionale:ho avuto grosse difficoltà ad eseguire l'uretrografia minizionale, mi sono completamente bloccato ( al livello psicologico ) nonostante avessi la vescica strapiena: il tecnico che mi incideva ad effettuare la minzione... ma inutile mi sono completamente bloccato, per circa due ore di tentativi, passeggiate,massaggi alla vescica e incitamenti da parte del tecnico di radiografie...ma niente da fare, ma subito dopo sono andato al bagno ed non ci sono stati problemi , anche se dopo è risultato dei residui post-minzionale. Il risultato:
ASSENTI CALCOLI RADIO-OPACHI ALL'ESAME DIRETTO DELL'ADDOME.L'UROGRAFIA DIMOSTRA REGOLARE CONCENTRAZIONE ED ELIMINAZIONE DEL M.D.C. DALLE VIE URINARIE BILATERALMENTE CON NORMALE MORFOLOGIA DELLE OMBRE RENALI,DELLE CAVITA ESCRETICI E DELLA VESCICA.IL PAZIENTE HA PRESENTATO GROSSE DIFFICOLTA ALLA MINIZIONE, ANCHE IN OSSERVAZIONI PROTRATTE, E
PERTANTO NON E' POSSIBILE ESPRIMERE UNA SICURA VALUTAZIONE DIAGNOSTICA SULL'URETRA.ABBONDANTE IL RESIDUO URINARIO POST-MINZIONALE.
Ho portato I risultati all'urologo, ma non ha dato tanto peso al fatto che ho avuto difficoltà al eseguire quest'ultimo esame...dopo una visita urologa e una ecografia: mi ha prescritto un farmaco ( Omnic 0.4 mg) da prendere la sera prima di dormire, per quattro mesi e tornarci con una semplice esame delle urine e urincultura...
dopo un mese di cura... sembrerebbe che il getto è ritornato come prima ma solo per qualche giorno, mente la sera il problema ritorna.....
Parlando con il mio medico di base: per lui "Omnic" è solo un medicinale che maschera il mio problema)....
Scusate se mi sono un pò divulgato, ma a questo punto non sò più che fare...
Grazie della Vs pazienza e vi prego mi potete dare dei consigli?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/04/2007

Caro lettore,
in questi casi, in cui si sospetta una infiammazione delle vie seminali con relativa congestione della prostata, la somministrazione di un alfa-litico selettivo come la Tamsulosina (Omnic 0.4) ha lo scopo di migliorare lo svuotamento della vescica , ridurre i sintomi e il problema infiammatorio di partenza. Continui la terapia e monitorizzi ,con ripetute valutazioni colturali sulle urine e sul liquido seminale ed eventualmente un uroflussogramma registrato, la sua situazione clinica.
Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra