L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

22/12/2005 13:06:55

Ipofisi e Medicinali

Gentile dottore le pongo il caso della mia ragazza in esame. Soffre di epilessia da diversi anni e dopo un calvario di infinite medicine (keppra, gardenale ecc....) siamo arrivati a 1200mg di tegretol al giorno, come immaginerà suddiviso in tre momenti con pasticche da 400. Da diverso tempo accusa problemi agli occhi e le hanno prescritto (suggerito anche da ritardi mestruali) di eseguire un dosaggio ormonale. Il risultato è un'eccisa produzione di prolattina, e quindi risulta essere sotto esame l'ipofisi. A breve la mia tartassata fidanzata si dovrebbe sottoporre a una risonanza magnetica per rilevare se c'è un infiammazione o un adenoma. Lei ritiene che si tratti di un tumore (seppur benigno...) al cervello? Visti i problemi ripetuti agli occhi, pensa possa trattarsi di un macroadenoma, che quindi richede necessariamente il trattamento chirurgico? Pensa possa essere determinato dall'uso di farmaci per la cura dell'epilessia???
Grazie dell'attenzione

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del27/12/2005

Mi faccia sapere l'esito della Risonanza!
Cordialità ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Risposta del27/12/2005

Mi faccia sapere l'esito della Risonanza!
Cordialità ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Risposta del29/12/2005

Un aumento della prolattinemia può essere anche la conseguenza di una condizione di stess e di per sé non è necessariamente indicativo di problematiche tumorali a carico dell'ipofisi.
Purtroppo non descrive i disturbi visivi e quindi non mi è possibile pronunciarmi su questo aspetto : un esame del campo visivo, potrebbe essere utile, in attesa della Risonanza Magnetica.
In caso di negatività della risonanza si dovranno prendere in considerazione altri fattori.

Prof. Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra