L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Allergie

14/01/2006 09:57:55

IPOTIROIDISMO

Ho 44 anni da circa due anni mi sono accorto di sofrire di ipotiroidismo autoimmune
inizialmente non mi era stata prescitta nessuna cura poi visto che i valori del sangue si erano alterati troppo tsh 14.58,ft3 3.3 ft4 0.97 mi e' stato prescritto eutirox 50 dopo quatto mesi di cura i valori si erano quasi normalizzati tsh 5.92 tf3 3.5 tf4 1.35 mi e stato aumentato il eutirox 75 ora dopo du e mesi di cura mi trovo i valori del tsh a 17.24
la mia domanta e' ovviamente come mai dopo mesi di cure i valori siano ancora così alterati, e se non esistono cure per la tiroide visto che titti i medici ed endocrinologi che mi anno visitato sostengono che non c'e nessuna cura per questo tipo di malattia e l'eutirox sostituisce egregiamente e lo si puo' prendere per tutta la vita . grazie per la vostra attenzione.
saluti marco

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/01/2006

Vi potrebbe essere una situazione che syimola l'ipofisi a produrre più TSH e questo va indagato.
Mi dovrebbe rispondere a questa domanda, se non le dispiace : soffre di altrte patologie, tipo allergia,rinite Sinusite , disturbi intestinali. Se non vuole rispondre pubblicamente può utilizzare il mio indirizzo e-mail(rapasto@libero.it).

Dott. Raffaele Pastore
Medicina generale convenz.
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
JESI (AN)


Risposta del28/01/2006

Cure per le tiroiditi in medicina biologica esistono e danno risultati buoni, a mio vviso certamente superiori ai risultati ottenuti con eutirox, la ghiandola si può stimolare, modulare o inibire; si può anche intervenire sull'intossicazione della matrice, migliorando la risposta biologica delle cellule. Ma cosa più importante è determinare chi ha provocato la Tiroidite autoimmune, per poterlo eliminare, se rimane sempre attivo può determinare le ricadute come nel suo caso. L'agente eziologico nella stragrande delle forme patologiche di Tiroidite autoimmune è il virus di Epstein-Barr, Mononucleosi infettiva, il cui simile di malattia è Silicea o Agaricus.
Pertanto la terapia è molto varia e multifattoriale, diverso dall'utilizzo costante dell'eutirox.
le consiglio questi esami anche per poter personalizzare la terapia:
Transaminasi, gammaGT,
emocromo e formula, piastrne, Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
Saluti



Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Allergie







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra