L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Allergie

14/09/2006 13:40:43

Ipotiroidismo

Buongiorno! Sono una ragazza di 28 anni da Udine. Da 4 anni sono ipotiroidea. Prendo ogni giorno la mia dose di Tiroxidina (75). Ma volevo sapere se questa alterazione può derivare da uno schock subito, stress e poco iodio nell'alimentazione? Ed è anche vero che attraverso delle piante specifiche si può eliminare questa malattia, come ad esempio i Fiori di Bach?
Grazie mille a.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/09/2006

Egregia, sicuramente i fiori di Bach, scelti con la metodica neurofunzionale, ottengono ottimi risultati, superiori alla psicoterapia e alla terapia chimica; in tutte le forme di alterazione del tono dell’umore e del comportamento, ma anche nelle situazioni che si possono definire più banali, Ansia per un esame, sopportazione di situazioni stressanti.
Le tiroiditi non derivano né dallo stress, né da shock subiti, poco iodio, anche perché ce ne è troppo in ogni alimento. Hanno una precisa origine immunologica, nel mimetismo molecolare, che è all’origine delle malattie autoimmuni, pertanto questo va attentamente studiato e agire su chi lo ha messo in moto, per questa terapia l’omeopatia, omotossicologia ed altre medicine non convenzionali, offrono ottimi farmaci.
Io ho strutturato una metodica personale, da molti anni, in cui il ragionamento applicato fa la vera differenza, che integrando la letteratura internazionale, la ricerca scientifica più recente, la medicina convenzionale, immunologia, ormesi, medicina biologica, mi permette di seguire il ragionamento diagnostico e terapeutico, in modo da giungere, in tempo reale, una, due ore, alla conclusione diagnostica e terapeutica.
Sicuramente, i fori di Bach, offrono un ottimo supporto terapeutico, ma per primo bisogna incidere sulle reali cause che hanno determinato la malattia autoimmune.
Se rimane una piccola parte di ghiandola funzionante, si può sfruttare questa, per riprenderne la funzionalità, abbassare la dose di eutirox.
Gli anticorpi che vengono prodotti, in seguito all’errore del mimetismo molecolare, se non fermati, continueranno a danneggiare la tiroide, e altri organi, pertanto è completamente inutile, sia l’asportazione, che qualsiasi latro intervento, quando la tiroide sarà completamente distrutta, gli anticorpi continueranno ad agire, rivolti ad altri organi. Ci sarà sempre una progressione di aggravamento della malattia.
Saluti




Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Allergie







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra