L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

20/07/2006 21:57:12

Ischemia cerebrale con ostruzione della carotide

Buongiorno,
mia sorella è stata colpita da una ischemia cerebrale.
E' da subito apparsa "fortunata" in quanto pur avendo subito un blocco del lato destro del corpo e una paralisi, credo, dell'apparato fonatorio, le conseguenze non erano sembrate troppo gravi. In più pur trovando alcune difficoltà di concentrazione prolungata, era in grado di leggere un libro.
E' stata ricoverata in ospedale per circa 10 giorni e le condizioni miglioravano velocemente così da 5 giorni è a casa e deve iniziare il percorso riabilitativo.

La ASL dovrebbe fornire il servizio di fisioterapia entro una settimana, al massimo dieci gorni. Ho cercato informazioni in merito ai tempi ottimali entro i quali iniziare la riabilitazione, e ho capito che è meglio iniziarla il prima possibile.

Domanda:
Se questi tempi dovessero superare i 7 giorni, sarebbe opportuno rivolgersi ad una struttura privata?
Quale è il limite massimo oltre il quale non è più opportuno attendere?
Oltre quale limite di tempo si rischia di avere attesso troppo a lungo al punto di compromettere l'esito della terapia riabilitativa?

Grazie, la sua risposta chiarirà molti miei dubbi.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/07/2006

Non mi sembra assolutamente il caso di ricorrere a una Struttura non convenzionata.
La riabiltazione puo' iniziare anche fra un mese o due.
Auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra